Home > Cosa mangiare a Roma > Ricette Romane > Ricetta Rigatoni alla Carbonara
ricetta rigatoni carbonara

Ricetta Rigatoni alla Carbonara

La pasta alla carbonara è un piatto di pasta romano per eccellenza, ideale per tutti, da preparare anche all’ultimo minuto, saporito e gustoso come pochi.

Sulle origini della pasta alla carbonara se n’è detto tanto, le sue origini sono molto chiacchierate ma è sicuro che si tratti di un primo nato del dopoguerra quando si diffusero alcuni prodotti americani come il bacon e le uova in polvere. Quindi due elementi (il bacon verrà sostituito dalla pancetta) si fonderanno insieme dando vita a questo piatto tipico romano. Ma c’è un altro ingrediente il pepe scuro come il carbone e come recita il nome “carbonara” con ogni probabilità furono i carbonai ad inventarla.

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:

  •  4 uova + 1
  • 400 grammi di rigatoni
  • 300 grammi di guanciale
  • pecorino romano (qb)
  • sale
  • pepe (qb)

Preparazione:

Occorre per prima cosa rompere le uova nella ciotola aggiungere il pecorino, un pizzico di sale ed una spruzzata di pepe quindi sbattere il tutto con una forchetta finchè non sia ben amalgamato.

Si procede con portare a bollore l’acqua, salarla e cuocervi i rigatoni al dente.

Nel mentre che la pasta cuoce affettiamo il guanciale a striscioline e lo facciamo rosolare in una padella dal fondo già scaldato, finchè non sarà dorato.

Quindi non scoliamo la pasta ma la preleviamo direttamente dall’acqua che bolle mediante una schiumarola, versate nella padella dove soffrigge il guanciale e fate insaporire per pochi minuti.

Spegnete la fiamma sotto la padella e versate le uova, quindi mescolate con dei mestoli di legno finchè l’uvo si rapprende (a questo scopo la pasta non si scola, l’acqua di cottura aiuta la mantecatura). Aggiustiamo di pepe e pecorino e serviamo subito.

Tempo di preparazione: 16 minuti

Consigli

Preferite il guanciale alla pancetta è meno salato ed ha un sapore più delicato è già grasso di suo per ciò non occorre aggiungere altri grassi nella padella. L’uovo nella fase finale deve rapprendersi non cuocere o soffriggere a guisa di frittata.

Leggi anche

ricetta filetti baccalà

Ricetta Filetti di baccalà fritti alla Romana

Il piatto d’eccellenza della tradizione del fritto romano ha come protagonista i filetti di baccalà, …

Un commento

  1. ANNA MARIA TOMMASI

    Non sono d’accordo sul guanciale ma bensi alla pancetta; non sono d’accordo sulle uova sbattute tipo frittata perche le uova vanno messe intere sulla pasta, mescolando finchè non si rapprendono e non sono assolutamente d’accordo sulla quantità esagerata di uova. ricetta antichissima Roma tramandata per generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *