Home > attività > Ponte Fabricio
ponte fabricio roma

Ponte Fabricio

Scopri come visitare ponte Fabricio

In questa guida troverai tutte le informazioni utili su come visitare Ponte Fabricio, che costituisce uno dei due collegamenti principali della città di Roma con l’Isola Tiberina e quello che venne denominato storicamente Ghetto ebraico.

Il Ponte si affaccia sul fiume Tevere, ha circa 2000 anni ed ha resistito nella sua struttura originaria in maniera eccellente, tanto che viene annoverato fra i ponti più antichi della Città Eterna e con molta probabilità, del mondo intero.

Per visitare Ponte Fabricio, occorre recarsi fino al centro della città nella zona del Campidoglio oppure di Trastevere. Se vuoi sapere come arrivare velocemente sul posto, il nostro consiglio è quello di scegliere la metropolitana, linea B fino al Circo Massimo e da li percorrere il piccolo tragitto di strada a piedi che ti porta al Ponte.

Se invece preferisci il percorso all’aperto, puoi prendere da ogni parte della città una delle linee bus collegate con il Foro Olitorio oppure con la Piazza Giuseppe Gioachino Belli in zona Trastevere. Da qui ti occorreranno pochi minuti a piedi per raggiungere la tua destinazione.

Il Ponte Fabricio ricava il suo nome da Lucio Fabricio che in antichità era il curatore delle strade di Roma. Esiste però anche una leggenda per cui questo ponte è soprannominato anche “ponte quattro capi”.

Si racconta infatti che intorno alla fine del 1500, l’imperatore Sisto V volendo restaurare la struttura affidò i lavoro a quattro architetti. Essi durante questo periodo non facevano altro che litigare dando scandalo a causa delle loro costanti discordie per futili motivi.

Fu così che Sisto V, conosciuto ai più per le sue esemplari punizioni, attese che l’opera fosse giunta a compimento per poi giustiziarli sullo stesso ponte che avevano restaurato. Questo doveva essere d’esempio per tutti e per questo motivo decise di far collocare quattro statue con le sembianze dei quattro architetti, che ancora oggi sono visibili sul posto.

Ponte Fabricio è una meta ideale per gli amanti della storia e per fare delle belle passeggiate sia di giorno che di notte. Ti ricordiamo inoltre che è collocato in maniera parallela a Ponte Cestio e che da qui potrai cogliere l’occasione per allungare il tragitto e scoprire qualcosa in più della Capitale.

Ponte Fabricio fu costruito su ordine di Lucio Fabricio, nel 62 a.C come sostituto di una rudimentale struttura in legno antecedente. Nonostante sia stato danneggiato più volte nel corso della storia da diverse inondazioni, esso è riuscito a giungere a noi nelle sue connotazioni originali.

Qualche opera di restauro fu compiuta nel 1447 e nel 1679, lavori che andarono a consolidarne la struttura e a rifarne i parapetti senza però mutarne l’estetica in maniera significativa.

Nella sua struttura il ponte ha due fornici a sesto ribassato, alternati da una pila in cui si apre l’arco. La sua lunghezza è di 62 metri ed è largo 5,50 metri, mentre la luce degli archi è di 24,50 metri.

Sulle arcate è possibile notare la scritta dedicata a Lucio Fabricio che era un pubblico ufficiale che aveva ricevuto il compito di seguire i lavori di costruzione e doveva controllare che l’opera fosse realizzata al massimo della perfezione. Per questi motivi ogni dettaglio doveva essere supervisionato e approvato da lui, che ne rispondeva come responsabile anche davanti allo Stato Romano.

Alle estremità del Ponte sono collocati due piccoli archi e tra i materiali utilizzati troviamo per il nucleo, la pietra sperone in tufo; mentre il rivestimento è realizzato in marmo travertino. Nella sua costruzione sono state predisposte anche tre finestre arcuate in modo tale che quando il Tevere è in piena, l’acqua possa trovare sfogo.

All’inizio del ponte è possibile osservare due erme quadrifronti in marmo che rappresentano il Dio Giano, protettore dei confini e dei paesaggi. Per il Grande giubileo del 2000, è stato inoltre rivestito di grandi blocchi di marmo travertino che sono andati a rafforzare anche la pavimentazione del piano superiore della pila, versante monte.

Contatti

Attività: Ponte Fabricio
Zona: Centro storico
  • Ponte Fabricio regala nel suo attraversamento una magia e una suggestione che non hanno uguali. Oltre a tutto ciò ti consigliamo di visitarlo perché:
  • E’ considerato il ponte più antico di Roma tutt’ora esistente.
  • Ha un notevole fascino, sia per le dimensioni non imponenti, sia per il suo inserirsi in maniera quasi impercettibile nel contesto architettonico dell’Isola Tiberina
  • Regala belle viste sul lungotevere, ideale per passeggiate al tramonto.
  • Congiunge l’isola Tiberina alla città dalla parte del quartiere ebraico, anch’essi meritevoli di essere visitati.
  • La visita all’Isola Tiberina specie se associata ad una delle tante manifestazioni estive che vi si svolgono, è un must da aggiungere ad ogni visita romana.

Ponte Fabricio può essere visitato in ogni periodo dell’anno.

  • Estate: E’ un’ottima meta per staccare dal caos della città e immergersi per qualche ora nella storia di Roma.
  • Inverno: quando non sai cosa fare in città, puoi sempre fare una bella passeggiata in questa meravigliosa zona.
  • Autunno: ti consigliamo di prediligere gli orari del mattino o primo pomeriggio.
  • Primavera: un’atmosfera particolare avvolge il Ponte, soprattutto all’ora del tramonto.
  • Se stai pensando di muoverti in macchina sarebbe opportuno per comodità valutare in anticipo il parcheggio auto piu’ vicino.
  • Nel periodo autunnale ed invernale ti consigliamo di portare sempre con te giacca e ombrello.
  • Questo Ponte è avvolto dalla leggenda che racconta di “quattro capi”, ossia di 4 architetti che diedero scandalo a causa di continui disaccordi e che per questo vennero puniti a morte. Successivamente, la raffigurazione dei loro 4 busti venne esposta sul Ponte come monito per altri.
  • Per approfondire aspetti storici e artistici è sempre possibile prenotare una guida che ti accompagni nel percorso.
  • Da qui all’ora del tramonto si possono scattare foto bellissime.

Come arrivare al Ponte Fabricio

ATTRAZIONI NELLE VICINANZE

  • • Isola Tiberina: 100 m
  • • Ponte Cestio: 200 m
  • • Ponte Sisto: 750 m
  • • Piazza Trilussa: 750 m
Ebook Luoghi Segreti Roma
Scopri subito la Guida sui Luoghi Segreti di Roma Clicca qui!
Hello. Add your message here.