Home > Senza categoria > I punti panoramici di Roma
Terrazza pincio roma

I punti panoramici di Roma

Girare tra i vicoli e le antiche rovine, si, ma come criticare chi sceglie di ammirare dall’alto, e magari anche da una certa distanza, a colpo d’occhio, le bellezze della città eterna? Per spingersi fino ai Castelli Romani per esempio, e racchiudere un paesaggio così ricco. Ma quali sono questi punti panoramici di Roma?

Dal Gianicolo, il colle che si trova sulla riva destra del Tevere, si possono ammirare gli scorci del centro storico.

Dalle Terrazze del Vittoriano, dalla Terrazza delle Quadrighe sopra il complesso del Vittoriano, c’è un bellissimo panorama con ben due ascensori la cui inaugurazione risale al 2007: qui si può vedere Roma a 360 gradi, dal Colosseo, ai Fori Imperiali, Chiese, Fiume Tevere, Ghetto ebraico, Piazza del Campidoglio, Quirinale, Eur e Castelli Romani.

Dalla Terrazza del Pincio, di Piazza Napoleone I, si vede il centro storico, la Cupola di S. Pietro e Castel Sant’Angelo; qui il tramonto è davvero suggestivo.

Il Giardino degli Aranci o Parco Savello sorge in cima al colle Aventino, tra le mura medievali, tra i resti dell’antica fortezza della famiglia dei Savelli. Si tratta di un giardino piccolo, di forma rettangolare, che regala la vista del Tevere verso la Basilica di San Pietro.

E proprio salendo i 537 gradini a spirale, noti anche come “lumaca di Sant’Andrea”, si arriva alla galleria esterna della Cupola di San Pietro da dove poter ammirare monumenti, ville e giardini ma anche il Tevere fino ai Colli Albani.