Home > Curiosità di Roma > Foro Romano: il cuore di Roma
foro romano

Foro Romano: il cuore di Roma

Il fulcro di una città si sa è costituito dai luoghi in cui si svolgono i commerci, le funzioni religiose, sovente quelle giudiziarie e dove si svolgono gli svaghi culturali. Nell’antica Roma tutte queste funzioni si svolgevano in un unico luogo: il Foro Romano. Tempio, mercato, tribunale, luogo di ritrovo, il Foro Romano è stato a tutti gli effetti il cuore dell’urbanistica romana.

Il Foro Romano comincia a sorgere quando la valle in cui è posto viene bonificata attraverso la Cloaca Maxima da Tarquinio il Superbo (fine del VII secolo) riportando così alla luce il suolo che costituisce la porzione di terra fra il Palatino, il Campidoglio e le ultime pendici del Quirinale e del Viminale. A bonifica avvenuta fu delineata l’area del Foro e fu stesa la pavimentazione, l’area presso le pendici del Campidoglio fu adibita a tribunale e dibattiti politici mentre nell’area più ampia si allestì la piazza dove si teneva il mercato.

La pavimentazione, o meglio ciò che ne rimane, è ancora visibile così come da qui son visibili i resti della Basilica Emilia e l’edificio della Curia ex sede del Senato. Si possono osservare i transetti in marmo ed altari di epoca arcaica appartenuti ad un piccolo santuario. Nel percorso si fiancheggiano imponenti edifici quali la Basilica di Massenzio, l’Arco di Settimio Severo (203 d.C.), i resti del Tempio di Vespasiano e Tito e quello di Antonino Pio e Faustina, la Basilica sulla Velia e la Colonna realizzata nel 608 d.C. in onore dell’imperatore bizantino Foca.

Aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 17.30 (19.00 in estate). Prezzo: 12 euro.

Leggi anche

vittoriano monumento di Roma

Vittoriano Roma: Storia e Curiosità del Monumento

L’imponente monumento di Roma chiamato il Vittoriano (Altare della Patria) prende il nome proprio dal re …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.