noidiroma.com https://www.noidiroma.com Sat, 25 Aug 2018 23:01:56 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.0.3 Come organizzare un viaggio a Roma: per non farsi cogliere impreparati https://www.noidiroma.com/come-organizzare-viaggio-roma/ https://www.noidiroma.com/come-organizzare-viaggio-roma/#respond Mon, 16 Jul 2018 12:15:20 +0000 http://www.noidiroma.com/?p=4302 Come organizzare un viaggio a Roma: per non farsi cogliere impreparati
noidiroma.com

Desideri visitare Roma e vuoi sapere come fare per vedere le cose più interessanti? Per muoverti senza inconvenienti devi pianificare il viaggio e organizzare tutto al meglio, così da vedere i posto più importanti da visitare e vivere un’esperienza indimenticabile. Ecco allora cosa devi fare: 1. Scegliere il giusto itinerario Con una mappa di Roma …

Come organizzare un viaggio a Roma: per non farsi cogliere impreparati
noidiroma.com

]]>
Come organizzare un viaggio a Roma: per non farsi cogliere impreparati
noidiroma.com

Desideri visitare Roma e vuoi sapere come fare per vedere le cose più interessanti? Per muoverti senza inconvenienti devi pianificare il viaggio e organizzare tutto al meglio, così da vedere i posto più importanti da visitare e vivere un’esperienza indimenticabile.

Ecco allora cosa devi fare:

1. Scegliere il giusto itinerario

itinerari di roma

Con una mappa di Roma non hai bisogno di affidarti ad una guida turistica e potrai scegliere l’itinerario migliore per vedere monumenti, chiese, palazzi storici, musei e altri luoghi imperdibili che rendono questa città unica al mondo.

Grazie all’ampia disponibilità di mezzi pubblici, presenti in tutti i punti della città, potrai muoverti senza alcuna difficoltà e girare in lungo e in largo senza problemi, anche con i bambini.

Potrai fare delle splendide passeggiate nel centro di Roma, ammirare panorami mozzafiato da alcuni punti strategici e respirare la bellissima atmosfera della movida fino a tarda notte.

Ecco alcune cose da non perdere assolutamente a Roma e che puoi inserire in un itinerario:

  • San Pietro, Santa Maria Maggiore
  • Piazza Navona, Piazza Venezia, Piazza di Spagna, Piazza Campo de Fiori
  • Colosseo, Pantheon, Ara Pacis, Foro Romano, Castel Sant’Angelo, Vittoriano
  • Fontana di Trevi
  • Musei Vaticani, Musei Capitolini
  • Panorami spettacolari da Trastevere, Gianicolo, Pincio
  • Villa Borghese, Villa Torlonia, Villa Pamphili
  • Via Condotti, Via Margutta, Via del Corso
  • Giardino degli Aranci, Buco della Serratura, Isola tiberina, Roseto Comunale
  • Roma sotterranea rifugio dei Savoia, auditorium di Mecenate, bunker di Mussolini
  • Orologio ad acqua del Pincio, la porta magica, casina delle civette
  • Planetario

Inserisci dunque nel tuo itinerario di viaggio tutti i luoghi che vorresti visitare, per non correre il rischio di perdere i luoghi più caratteristici della città.

2. Scegliere l’alloggio che fa per te

dove dormire a roma

Se stai cercando un alloggio a Roma hai un’ampia scelta di soluzioni tra cui scegliere. In famiglia o con gli amici, puoi scegliere la sistemazione più adatta alle tueesigenze e al tuo budget. Ecco alcune proposte su dove dormire a Roma:

  • Hotel – Si tratta di alloggi rilassanti dove è possibile usufruire della formula mezza pensione o a pensione totale
  • Case vacanze – soluzione ideale per una vacanza con gli amici o con la famiglia
  • Appartamenti – Ideali per un soggiorno più lungo
  • Ostelli – convenienti e comodi, sono indicati per chi è di passaggio
  • Resort – Formula ideale per un soggiorno rilassante e divertente con la famiglia o in coppia
  • Ville – indicate per adora un soggiorno di un certo fascino
  • Agriturismi – indicati per gli amanti della natura e degli animali
  • B&B – Soluzione perfetta per assicurarsi la colazione e trascorre il resto della giornata fuori

Se sei alla ricerca di un Bed and Breakfast a Roma non hai che l’imbarazzo della scelta: troverai sicuramente il b&b perfetto per le tue esigenze, da quelli in centro a quelli in periferia e in linea con le tue tasche. In più, se prenoti un b&b puoi anche usufruire della splendida opportunità di Airbnb e ricevere 25€ di credito per alloggiare a Roma.

Sì, hai capito bene! Se scegli di soggiornare in un bed and breakfast nella Capitale, oltre a cogliere l’occasione per vivere in un’atmosfera accogliente e piacevole, ricevi 25€ in crediti di viaggio.

A Roma trovi bed and breakfast adatti per tutte le esigenze, diversi per prezzo e collocazione geografica, ma tutti in grado di assicurarti ottimi servizi e massima disponibilità.

Se poi a tutto questo aggiungi anche la possibilità di usufruire di un bonus il risparmio è assicurato in qualsiasi momento tu decida di fare la prenotazione.

E allora, per ricevere questa bellissima opportunità proposta da Airb&b, cosa devi fare?

Registrati su Airb&b facendo click qui e ricevi subito 25€ di crediti da Noidiroma.com per prenotare il tuo prossimo alloggio

coupon sconto air b and b

3. Scegliere cosa mangiare a Roma

cosa mangiare a roma

In un città come Roma trovare cosa mangiare non è certi difficile e sono numerosi i piatti tipici romani legati alla tradizione culinaria locale da degustare.

Puoi assaporare la bontà della pasta alla romana o dei bucatini all’amatriciana, oppure secondi gustosi come i saltimbocca alla romana o la coda alla vaccinare, per non parlare dei dolci, che propongono leccornie deliziose come le ciambelle di vino o i maritozzi con la panna.

Se ami il fast food trovi tantissimi locali dove gustare hamburger, patatine fritte, hot dog, polpette, fritti al cartoccio. E la pizza, l’avevi dimenticata? La capitale ti riserva le pizze più buone come marinara, margherita, capricciosa, quattro formaggi e tanto altro.

4. Capire come muoversi a Roma

come muoversi a roma

Preferisci fare una passeggiata oppure muoverti con i mezzi pubblici? A Roma trovi un’ampia gamma di mezzi per girare la città o raggiungere i dintorni. Per muoverti da una parte all’altra della città puoi andare in autobus, in metro oppure in tram.

Se invece preferisci andare in macchina non scordare la zona ZTL e le targhe alterne: informati e rispetta le ordinanze per non incorrere in multe salate.

La città è ben organizzata anche con il car sharing, ma se sei in cerca di un mezzo per rispettare l’ambiente puoi spostarti con il segway, un mezzo a due ruote a basso impatto ambientale.

Come organizzare un viaggio a Roma: per non farsi cogliere impreparati
noidiroma.com

]]>
https://www.noidiroma.com/come-organizzare-viaggio-roma/feed/ 0
Prenotare un Taxi a Roma https://www.noidiroma.com/prenotare-un-taxi-a-roma/ https://www.noidiroma.com/prenotare-un-taxi-a-roma/#respond Wed, 21 Mar 2018 14:55:04 +0000 http://www.noidiroma.com/?p=4092 Prenotare un Taxi a Roma
noidiroma.com

Prenotare un taxi a Roma in modo semplice e veloce. In altre metropoli può essere sufficiente chiamare il taxi agitando le mani e gesticolando, ma a Roma questa movenza può non essere abbastanza per richiamare l’attenzione del tassista; per farlo è molto più producente fare una telefonata, mandare un SMS o aprire un App e …

Prenotare un Taxi a Roma
noidiroma.com

]]>
Prenotare un Taxi a Roma
noidiroma.com

Prenotare un taxi a Roma in modo semplice e veloce.

In altre metropoli può essere sufficiente chiamare il taxi agitando le mani e gesticolando, ma a Roma questa movenza può non essere abbastanza per richiamare l’attenzione del tassista; per farlo è molto più producente fare una telefonata, mandare un SMS o aprire un App e prenotare la vettura.

Se hai deciso di muoverti in taxi, il modo migliore per prenotarlo  resta comunque raggiungere l’apposita postazione; in tutta Roma ce ne sono di diverse e le più rinomate si trovano alla stazione Termini, a Piazza della Repubblica, Piazza Venezia, Largo Argentina, Piazza delle Cinque Lune, Piazza Barberini e Via Boncompagni.

Per capire se il taxi è libero o meno basta guardare il display situato sul tetto della vettura: quando il taxi è libero il display è acceso, mentre se la luce è spenta allora il taxi è occupato, oppure sta aspettando di andare a prelevare il suo passeggero.

Nello scegliere il taxi che vi condurrà per le vie di Roma, potreste imbattervi in quelli che sono tassisti improvvisati, o comunque non ufficiali. Riconoscerli è facile: cercano di avvicinare la clientela a loro, e di convincerla a salire nella loro auto. I tassisti autorizzati sono invece fermi nella loro postazione, delimitata da righe gialle e segnalata con il cartello TAXI. Inoltre, i taxi ufficiali, sono di colore bianco, e sulla portiera hanno il logo “Comune di Roma”.

Come prenotare un taxi a Roma a distanza

Prenotare un taxi con una telefonata

Prenotare un taxi tramite telefonata è una delle vie più veloci. Alla vostra chiamata risponderà un servizio call center attivo 24 ore su 24. La prenotazione del taxi può avvenire fino a trenta minuti prima dell’orario in cui si è richiesto il servizio.

Qui riportati, i servizi taxi a chiamata più efficienti presenti a Roma:

  • Samarcanda: utile per muoverti liberamente in tutta Roma ma soprattutto per i collegamenti con i principali aeroporti di Fiumicino e Ciampino, con le stazioni ferroviarie di Termini, Ostiense e Tiburtina e con il porto di Civitavecchia.
    Chiama il numero 065551
  • Chiamataxi: un servizio di chiamata vocale diretta automaticamente alla colonnina più vicina e, se questa è priva di taxi disponibili, la chiamata viene reindirizzata all’operatore taxi più vicino che, alla risposta, fornirà al cliente numero di licenza e stima del tempo di arrivo del taxi.
    Chiama il numero 060609

Prenotare un taxi tramite SMS

Prenotare un taxi tramite SMS è ancora più immediato rispetto la telefonata. Digitando un pratico SMS contenente l’indirizzo in cui ci si trova, riceverete un SMS di risposta dalla centrale, che vi assicurerà che è stata attivata la ricerca del taxi. Riceverete poi un secondo SMS in cui vengono fornite le indicazioni relative alla sigla del taxi e il tempo di arrivo.

Potrete usufruire di tali servizi attraverso i seguenti numeri:

  • Sms-taxi: inviare un sms al numero 366 673 0000
  • Radiotaxi: inviare un sms al numero 06 3570
  • Samarcanda: inviare un sms al numero 3 666 000 159

Prenotare un taxi tramite computer

Utilizzando una connessione internet, potrete usufruire dei servizi che effettuano prenotazioni taxi online. Questo servizio è il più flessibile, in quanto potrete scegliere con tutta tranquillità il veicolo che meglio corrisponde alle vostre esigenze. Potrete decidere se richiedere un taxi o prenotare una corsa per il giorno e l’orario desiderati.

I siti in cui potrete prenotare il vostro taxi:

  • Taxi Click: potrete scegliere la vettura che preferite, gestire in ogni momento le prenotazioni inserite, e ricevere un avviso via sms prima dell’arrivo del vostro taxi. Il metodo di pagamento è quello classico, a fine corsa potrete decidere se pagare in contanti o con carta di credito.
  • I taxi di Roma: è richiesta la carta di credito SOLO a garanzia, oppure il pagamento è diretto al tassista.
  • Online Di Prenotazione Taxi Software: offre un servizio professionale, affidabile e sicuro.

Prenotare un taxi tramite app

Con l’integrazione degli Smartphone alla nostra quotidianità, oggi, possiamo anche prenotare un taxi che ci porti rapidamente e con facilità dove desideriamo. Farlo è semplicissimo: basta scaricare una delle tante app apposite per prenotare una corsa in taxi e attivare il GPS del dispositivo. Grazie a questa manovra, verrà inviata la vostra posizione e si potranno trovare i taxi più vicini.

Le migliori app per prenotare un taxi:

  • HelpMyTaxi: una volta geolocalizzati sulla mappa, non vi resterà che confermare l’indirizzo di partenza e visualizzare i dettagli della prenotazione (ad esempio il tipo di vettura che preferite) e una volta inserite tutte le informazioni necessarie cliccate “prenota taxi”. L’app invia la richiesta automaticamente a tutti i MyTaxi vicini e quando un tassista accetta la prenotazione, visualizzerete la foto del tassista e la targa e verrete informati quando questo partirà per raggiungervi.
  • Uber: una delle migliori applicazioni per prenotare un taxi, il servizio mette a vostra disposizione un autista personale. La cosa che rende particolare questa app è il servizio UberPop, ossia la possibilità di permettere a chi ha una patente di fare l’autistae guadagnare, senza avere licenze apposite.
  • AppTaxi: gratuita, permette di consultare le prenotazioni in ordine cronologico, salvare una o più corse tra i preferiti per poi ripeterle tutte le volte che si vuole.
  • IT-Taxi: per prenotare taxi in tempo reale e pagare al termine della corsa tramite Paypal o anche a fine mese con un abbonamento aziendale. L’applicazione permette di scegliere le caratteristiche dell’auto, memorizzare gli indirizzi preferiti per trovarli subito, consultare in tempo reale lo stato di richiesta, conoscere la posizione del taxi sulla mappa, annullare la prenotazione e pagare facilmente con un account Paypal.

Taxi solidale

È la nuova iniziativa nata dalla collaborazione tra la Croce rossa e la Cooperativa Samarcanda, indirizzata a tutti coloro che hanno difficoltà a recarsi negli ospedali capitolini per le visite. Il servizio è attivo dal lunedì al sabato dalle ore 7 alle 20 e si svolge all’interno della città.

Chi vuole usufruire del servizio  (purché sia autosufficiente, non essendo le autovetture adibite al trasporto in carrozzina), potrà telefonare al numero 06.5510 e prenotare, 48 ore prima, il taxi.

Ora non avete scuse, avete tutti i modi possibili per arrivare e girovagare nelle vie della capitale.

Cosa aspettate? Prenotare il taxi più adatto a voi è un gioco da ragazzi, non vi resta che scegliere la modalità con cui farlo e godervi questa fantastica città!

 

Prenotare un Taxi a Roma
noidiroma.com

]]>
https://www.noidiroma.com/prenotare-un-taxi-a-roma/feed/ 0
Visitare Roma in metropolitana https://www.noidiroma.com/visitare-roma-in-metropolitana/ https://www.noidiroma.com/visitare-roma-in-metropolitana/#respond Tue, 13 Mar 2018 14:36:09 +0000 http://www.noidiroma.com/?p=4062 Visitare Roma in metropolitana
noidiroma.com

Vista la sua grandezza ed il suo traffico, visitare Roma in metropolitana è sicuramente il modo più veloce, economico ed ecologico. Per la precisione la Capitale è grande 1.287 kilometri quadrati: è molto estesa fin dai tempi dell’Urbe, le testimonianze archeologiche, infatti, sono disseminate in ogni angolo della città attuale e anche al di fuori …

Visitare Roma in metropolitana
noidiroma.com

]]>
Visitare Roma in metropolitana
noidiroma.com

Vista la sua grandezza ed il suo traffico, visitare Roma in metropolitana è sicuramente il modo più veloce, economico ed ecologico. Per la precisione la Capitale è grande 1.287 kilometri quadrati: è molto estesa fin dai tempi dell’Urbe, le testimonianze archeologiche, infatti, sono disseminate in ogni angolo della città attuale e anche al di fuori dei suoi confini.

E siccome noi lo sappiamo, potevamo non darti consigli e suggerimenti per passare da una parte all’altra della città in tempi ragionevoli? Certamente no, infatti eccoci qui. Potrai così scoprire tanti monumenti, parchi, piazze e strade, in tutta Roma e in poco tempo.

Come muoversi a Roma in metropolitana

Roma è meta di milioni di turisti ogni anno, con un trend in crescita costante. Lo scorso anno, secondo la stima dell’Ebtl (Ente bilaterale turismo del Lazio), più di 11 milioni sono le persone venute a visitarla. Se sommiamo il flusso turistico a quello della popolazione che circola in città, è facile intuire che muoversi con i mezzi privati non sia una buona idea.

La zona di Roma più ricca di testimonianze è il centro storico. Un dedalo di vicoli che racconta le sovrapposizioni storiche, artistiche e architettoniche di Roma, per poi tuffarsi nelle grandi piazze, famose in tutto il mondo. Il centro di Roma è molto esteso, ma vale davvero la pena di girarlo a piedi, per godere della sua atmosfera.

Potrai arrivarci facilmente da tutta la città, perché è completamente coperto dalle linee della metro, la prima delle quali fu inaugurata negli anni Cinquanta del secolo scorso.
Con questa facile guida ti suggeriamo tutte le fermate essenziali per goderti Roma in lungo e in largo e in poco tempo.

Le fermate più importanti della Metro A

La metro A fu la prima a essere stata costruita a Roma. Congiunge il quadrante Nord-Ovest a quello Sud-Est della città, passando per Termini, la più grande stazione ferroviaria d’Italia.
Di seguito le fermate principali, quelle situate in corrispondenza di piazze, monumenti, stazioni di scambio e altri punti strategici.

Cipro

Se hai programmato di visitare i Musei Vaticani, la fermata più comoda è Cipro. Potrai cominciare la visita dai lussureggianti giardini che ospitano decine di piante, alcune molto rare. Visitabili anche con dei bus navetta, che infine conducono all’edificio dei musei. Una delle collezioni d’arte più grandi del mondo, al loro interno potrai vedere anche gli appartamenti affrescati da Michelangelo e Raffaello, oltre che la magnifica Cappella Sistina.

Ottaviano

Se invece vorrai ammirare direttamente la Basilica di San Pietro, la tua fermata è Ottaviano. All’interno dello Stato Città del Vaticano sorge questa chiesa magnificente, la più importante per i cattolici e meta di pellegrinaggio di fedeli da tutto il mondo. Non è necessario essere religiosi per volerla ammirare, data la quantità di opera d’arte di cui è ricca.

Flaminio

Qui siamo a Piazza del Popolo, una delle più grandi e importanti di Roma. Su questa piazza si affacciano ben 3 chiese: Santa Maria del Popolo è il risultato di diverse ristrutturazioni e aggiunte architettoniche, tra cui quelle di Bernini e Raffaello. Custodisce inoltre due importanti dipinti di Caravaggio e altri del Pinturicchio.

Le altre, chiamate le chiese gemelle, Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli, sono due chiese identiche che costituiscono due poli del cosiddetto Tridente: via del Corso, via di Ripetta e via del Babuino. Vicine anche Villa Borghese e la terrazza del Pincio.

Spagna

Sì, parliamo proprio di lei: Piazza di Spagna. Imperdibile per i turisti e amata dai romani, per opere d’arte a cielo aperto come la fontana della Barcaccia di Bernini, e perché conserva quell’atmosfera cinematografica che ha fatto innamorare di Roma tutto il mondo.

Deve il suo fascino anche alla imponente scalinata che dalla chiesa della Trinità dei Monti scende giù verso la piazza, quasi abbracciandola. Tutto intorno troverai le vie dello shopping e tanti locali e ristoranti.

Barberini

Siamo a Piazza Barberini, luogo che ti farà immergere subito nel percorso della Dolce Vita romana. Da qui infatti parte via Veneto, simbolo di una Roma civettuola e romantica, passerella dei grandi divi del passato. Dalla piazza arriverai in pochi minuti a piedi anche a Fontana di Trevi e, con qualche minuto in più, al Pantheon.

Repubblica

Piazza della Repubblica, altra importante piazza di Roma con la grande fontana circolare, la Fontana delle Naiadi. In questa zona troverai Teatro dell’Opera di Roma, Terme di Diocleziano e la chiesa ricavata da un’ala delle terme, a opera di Michelangelo: Santa Maria degli Angeli.

Termini

La stazione ferroviaria più grande di Roma, punto di snodo per la viabilità della città, e unico scambio tra linee A e B. Ci fanno capolinea diversi bus, oltre che i treni che collegano all’aeroporto internazionale di Fiumicino e le Ferrovie Laziali.

San Giovanni

Appena fuori dal tracciato delle Mura Aureliane, troverai la Basilica di San Giovanni in Laterano. È la sede vescovile del Papa e la basilica più importante dell’Occidente. Antichissima, come tante chiese di Roma ha subìto diversi restauri, l’ultimo ad opera di Borromini in epoca barocca. Se vorrai fare shopping, intorno troverai pane per i tuoi denti, a partire da via Appia Nuova.

Colli Albani

Nella zona Sud-Est di Roma si trova il grandissimo Parco Regionale dell’Appia Antica. L’ingresso principale per una parte di esso, la Valle della Caffarella, è a pochi minuti a piedi da questa fermata. Ricca di archeologia e natura pressoché incontaminata, potrai visitarla anche tramite dei tour guidati.

Giulio Agricola/Subaugusta

L’altra parte importantissima del Parco Regionale dell’Appia Antica, è il Parco degli Acquedotti. Queste due fermate della metropolitana ti faranno accedere velocemente alle entrate principali. Scoprirai la campagna romana dentro la città, su cui campeggiano tratti di antichi acquedotti, ancora ben conservati.

Cinecittà

Se sei amante del cinema, vorrai scendere sicuramente a questa fermata. Come suggerisce il nome stesso, si arriva agli studi di Cinecittà, dove si può visitare una mostra con scenografie e vari cimeli del grande cinema italiano degli anni Cinquanta, Sessanta, ecc. Gli studi sono ancora attivi, nella produzione di cinema e tv.

Le fermate più importanti della Metro B

La metro B è stata costruita subito dopo la metro A, che incrocia alla stazione di Termini. Come abbiamo detto, questo è l’unico scambio tra le due, quindi è molto importante. La linea blu collega il Nord-Est al Sud-Ovest di Roma, passando per il centro. Vediamo le stazioni che ti portano ai luoghi più significativi.

Bologna

La stazione di Piazza Bologna è quella da cui parte la diramazione B1 della metro, che collega alcuni quartieri commerciali e residenziali importanti di Roma.

Tiburtina

La stazione Tiburtina è la seconda stazione ferroviaria di Roma. Snodo importante per i treni ad alta velocità, di fronte si trova la stazione più grande per i pullman che collegano ad altre zone d’Italia.

Cavour

Se cerchi cocktail bar, caffetterie, bistrò e negozi vintage, il rione Monti è il luogo per te. Tra la stazione Termini e i Fori Imperiali, è un angolo incantato di Roma.

Colosseo

Il monumento simbolo di Roma lo troverai appena uscito dalla fermata omonima. L’anfiteatro più grande del mondo, inaugurato nell’80 d.C., teatro di spettacolari giochi e lotte. Depredato in seguito alla caduta di Roma, rimane in buona parte in piedi, con tutto il fascino di millenni di storia. Accanto al Colosseo, il Foro Romano e i Fori Imperiali, la chiesa dell’Ara Coeli, il Vittoriano e tanti musei e palazzi storici.

Circo Massimo

Il Circo Massimo, dove si svolgevano corse di cavalli e altri spettacoli, è uno dei pochi circhi ancora visibili. Tra i colli Aventino e Palatino, ancora oggi è un luogo di eventi e concerti, nel cuore di Roma.

Piramide

Direttamente collegata alla stazione ferroviaria Ostiense, il più importante scalo della zona. Proprio di fronte troverai la Piramide Cestia, costruita nel 12 a.C. come tomba di Gaio Cestio Epulone. Lo stile è quello delle piramidi egizie e per questo è un monumento del tutto singolare per una città come Roma. In zona ci sono anche il Museo di Porta San Paolo e il cimitero acattolico.

Basilica San Paolo

Altra basilica maggiore di Roma è la Basilica di San Paolo fuori le mura. Per grandezza seconda solo a San Pietro, andò a fuoco per un incendio nel 1823. Fu restaurata, tornando a essere molto simile all’originale.

EUR Fermi/EUR Palasport

Le fermate della zona EUR ti permetteranno di approdare in uno dei quartieri più a Sud della capitale, tra i più particolari. Edificato nella prima parte del 1900, fu concepito secondo i dettami dell’architettura razionalista. Un esempio tra tutti, il Palazzo della Civiltà Italiana, detto anche Colosseo quadrato.

La nuovissima Metro C

Nuovissima la metro C, in parte ancora da ultimare. Al momento collega la zona vicino a San Giovanni in Laterano al quadrante Est/Sud-Est della città, fin fuori dal raccordo anulare. Serve più che altro zone residenziali e quartieri nuovi e molto popolosi di Roma.
La fermata Pigneto è sicuramente quella che interessa a chi cerca movida e locali, perché la zona è uno dei ritrovi dei giovani romani.

Biglietti e orari

Trovi i biglietti nelle edicole, bar, tabaccherie. In tutte le fermate della metro ci sono le macchinette automatiche, dove puoi fare biglietti singoli o per più giorni. Per sapere nello specifico i prezzi e tutte le tipologie di abbonamento e biglietti, ti consiglio di leggere il nostro articolo sul costo dei mezzi pubblici a Roma. Per gli orari ti consigliamo di visitare il sito dell’Atac, che rimane il più aggiornato per qualsiasi eventuale variazione.

Decidere la metro più adatta alle tue esigenze

Dopo aver letto questo articolo non ti rimarrà che vedere quale metro prendere ed a quale fermata scendere per visitare tutte le attrazioni turistiche di tuo interesse.

Visitare Roma in metropolitana
noidiroma.com

]]>
https://www.noidiroma.com/visitare-roma-in-metropolitana/feed/ 0
Cosa mettere in valigia per un viaggio a Roma https://www.noidiroma.com/cosa-mettere-valigia-per-un-viaggio-roma/ https://www.noidiroma.com/cosa-mettere-valigia-per-un-viaggio-roma/#respond Tue, 06 Mar 2018 14:24:39 +0000 http://www.noidiroma.com/?p=4024 Cosa mettere in valigia per un viaggio a Roma
noidiroma.com

Hai finalmente prenotato tutto, non vedi l’ora di partire ma non sai cosa mettere in valigia per un viaggio a Roma? Hai studiato la mappa, hai già segnato le cose più importanti da vedere e la valigia è proprio lì, di fronte a te, che aspetta di essere riempita. Ma cosa puoi metterci dentro? Se stai …

Cosa mettere in valigia per un viaggio a Roma
noidiroma.com

]]>
Cosa mettere in valigia per un viaggio a Roma
noidiroma.com

Hai finalmente prenotato tuttonon vedi l’ora di partire ma non sai cosa mettere in valigia per un viaggio a Roma?

Hai studiato la mappa, hai già segnato le cose più importanti da vedere e la valigia è proprio lì, di fronte a te, che aspetta di essere riempita. Ma cosa puoi metterci dentro?

Se stai guardando l’armadio con occhi sbarrati, in preda al panico e ai sudori freddi, è il momento di rilassarti. Siamo preparatissimi per darti i giusti consigli su cosa portare in base alla stagione.

Il clima a Roma: che tempo fa?

Innanzitutto devi sapere che Roma sorge su sette colli, le zone più basse hanno un’altitudine di 20 metri sul livello del mare, mentre in cima al colle più alto si arriva a 380 metri. Il suo paesaggio è quindi formato da pianure e dolci colline e il clima è mite, anche grazie alla vicinanza al mare.

Può essere un po’ umida in alcune zone, perché in città scorrono ben 3 fiumi, di cui il più importante è il Tevere, che percorre tutta la città da nord-est a sud-ovest. In ogni caso quando parliamo di umidità, no, non ti immaginare la foresta pluviale: il Mar Mediterraneo addolcisce tutte le condizioni climatiche.

Dopo queste coordinate generali, eccoci ai consigli pratici per fare la valigia per Roma, in qualsiasi stagione.

Viaggio a Roma: 4 stagioni in valigia

Inverno a Roma

Dicevamo, Roma ha un clima mite. Andare a Roma in inverno non ti esporrà quindi a temperature troppo rigide.

Dicembre è in genere un mese abbastanza clemente, non è raro che a Roma le giornate siano soleggiate e persino tiepide fino ai giorni di Natale e Capodanno. Le temperature possono raggiungere picchi di 15 – 18 gradi Celsius, ma abbassarsi la sera, fino a toccare i 3 – 4 gradi. È bene quindi vestirsi “a cipolla”, cioè con più strati.

Gennaio e Febbraio sono sicuramente i mesi più freddi, spesso può piovere e quindi l’umidità può far sentire più freddo di quello che segna il termometro. Le temperature massime in questi mesi possono toccare i 12 – 13 gradi Celsius, mentre le minime si attestano su una media di 2 – 3 gradi, talvolta possono andare anche sotto lo zero.

Ti consiglio quindi di mettere in valigia canotte e maglie di lana o cotone, da mettere sotto maglioni di lana o felpe pesanti. Sciarpe, cuffie e guanti di lana sono molto utili nei giorni più freddi.

I jeans sono adatti a ogni stagione, quindi potrai portarli con te anche in inverno a Roma.

Calze, calzettoni, collant e leggings non devono mancare, insieme a giacche e giubbotti anti pioggia. Se devi girare per la città a godere delle bellezze che ti offre, non vorrai farti fermare dalla pioggia, vero?

Se non hai un giubbotto che ti ripara dalla pioggia, portati almeno un poncho di plastica, da mettere su cappotti e giacche. Ormai li vendono ovunque, colorati o trasparenti. E se proprio non lo hai, a Roma lo troverai dappertutto e potrai comprarlo last-minute a pochi euro.

Ma la cosa più importante a Roma sono le scarpe: devono essere comode.

Roma ha un enorme centro storico, in larga parte con traffico limitato ai mezzi. Ci sono molti vicoli dove nemmeno i mini-bus o i taxi possono passare, quindi preparati a camminare. Ti consigliamo di visitare il centro di Roma a piedi, per poterti addentrare nel suo dedalo di vie e godere di scorci unici al mondo.

Stessa cosa per aree archeologiche meno centrali, che spesso stanno dentro dei parchi molto grandi. Scarpe da ginnastica o da trekking saranno tue fedeli alleate, per fare qualsiasi tipo di percorso. Ah, e non dimenticare i sampietrini, quindi niente tacchi per il bene delle tue caviglie! Se proprio li vuoi portare, riservali per le uscite serali, sicuramente più rilassanti e con meno kilometri da macinare.

Autunno a Roma

Andare a Roma in autunno ha molti vantaggi perché le temperature sono miti e non troppo calde, favorevoli per camminare in giro per la città. L’ inizio dell’autunno è uno dei momenti più belli per Roma.

A Settembre il clima è ancora ideale per il mare e il lago. Se vuoi prendere ancora un po’ di sole quindi, ricordati di infilare in valigia un costume.

Per la città invece, vale sempre la regola delle scarpe comode, almeno per il giorno. Sneakers, scarpe da ginnastica, sandali chiusi per la prima parte dell’autunno. Per il resto, maglie di cotone, t-shirt, jeans e leggings, felpe leggere, e giubbotto di jeans per la prima parte della stagione.

Ottobre è il mese in cui Roma si veste di colori intensi durante le famose “ottobrate romane”. Il clima è mite, albe e tramonti luccicano di colori spettacolari e la città sembra ancora più incantata del solito. Le temperature raggiungono i 21 – 22 gradi Celsius e non scendono sotto i 10 – 12 gradi. Giubbini sfoderati, trench e scarpe leggere vanno bene anche la sera.

Se vieni a Roma a Novembre, ti consiglio invece un maglione di lana o comunque giacca imbottita e adatta alla pioggia. Più ci si avvicina all’inverno e più Roma diventa piovosa e le temperature scendono.

Estate a Roma

Canotte, vestiti morbidi e leggeri, t-shirt, short e sandali con i lacci.

Per andare a Roma in estate ti sarà molto utile anche un cappello che ti ripari dal sole cocente.

Tra Giugno, Luglio e Agosto la città raggiunge i 30 – 35 gradi Celsius e le minime oscillano tra i 16 e i 20 gradi. Nelle ore centrali della giornata ti consigliamo di visitare un museo al chiuso o comunque di non camminare sotto il sole per tanto tempo.

La sera lungo le sponde del Tevere vengono allestiti chioschi, locali e mercatini. Sul fiume l’aria è più fresca e godibile e per questo tanti romani e turisti affollano le banchine, in un’atmosfera informale.

Se nei tuoi giri in città hai troppo caldo e vuoi rinfrescarti, non farlo nelle fontane storiche (sono previste multe molto salate). In città trovi tanti “nasoni”, cioè le fontanelle dalle quali scorre sempre acqua freschissima. Quest’acqua è potabile e potrai sfruttarla per trovare refrigerio.

Se invece vuoi fare un tuffo, ci sono tante piscine in città oppure puoi andare al mare o al lago.

Il centro di Roma infatti dista pochi kilometri da Ostia, quartiere che sorge lungo la costa tirrenica e raggiungibile con i mezzi e lo stesso tipo di biglietti che userai per metro e bus in città. Se preferisci il lago, hai l’imbarazzo della scelta: il lago di Nemi e di Albano a sud, lago di Bracciano, di Martignano e di Bolsena a nord. Insomma, ti suggeriamo di infilare in valigia anche un costume da bagno e la crema solare.

A Roma d’estate ci sono anche tanti concerti, tutti all’aperto, in genere nei parchi o all’Auditorium. In tutte queste location l’abbigliamento comodo e fresco è sicuramente l’opzione migliore.

Come saprai, Roma è anche la città delle chiese. Sono luoghi di culto e l’abbigliamento deve essere consono, quindi ti diamo un suggerimento molto utile: sì a t-shirts, vestiti e gonne, pantaloni al ginocchio, sandali e sneakers, no a hot pants e canotte scollate, o infradito da mare perché in molte chiese potrebbero non farti entrare.

Primavera a Roma

Roma è una città piena di parchi, giardini e ha una grande varietà di piante e fiori. Andare a Roma in primavera significa trovare tantissime piante in fiore. Quindi se soffri di allergia, ricordati di mettere in valigia non solo i calzini e le t-shirt, ma anche l’antistaminico. Ci sono infatti alcuni parchi e giardini imperdibili.

A Villa Borghese, per esempio, puoi noleggiare una barca per fare un romantico giro sul laghetto. Oppure al Parco dell’Appia Antica puoi visitare importantissimi siti archeologici immersi in un tratto di campagna romana che si incunea nella città, quasi intatto da secoli. Ogni parco a Roma ha qualcosa che vale la pena vedere, soprattutto in primavera.

In valigia quindi largo a t-shirt, leggings, gonne e collant leggeri, maglie di cotone e top, sneakers e scarpe leggere e comode. Vanno bene giubbini di jeans o sfoderati e sciarpe leggere.

Da metà Maggio in poi in genere comincia a fare abbastanza caldo e il sole può arrossare la pelle. Ti consigliamo anche una crema solare da mettere almeno in viso, se trascorri tanto tempo all’aperto.

Chiudi la valigia e buon viaggio!

In qualunque momento verrai a trovarci a Roma, non scordarti una macchina fotografica, ci sono davvero tantissime cose da fotografare per fissarle nei ricordi sia di notte che di giorno. Lascia uno spazietto vuoto in valigia, perché probabilmente non potrai resistere a qualche souvenir proveniente dai mercatini e negozi della città. Un po’ di shopping a Roma è d’obbligo!

Non lasciare a casa la curiosità

Un ultimo piccolo grande promemoria: porta con te la voglia di scoprire Roma nei suoi percorsi meno convenzionali, ti sorprenderà e ti innamorerai perdutamente di lei. Per questo non ti servirà una valigia, ma tanta curiosità.

Speriamo che i nostri consigli siano utili, ti aspettiamo a Roma e buon viaggio!

Cosa mettere in valigia per un viaggio a Roma
noidiroma.com

]]>
https://www.noidiroma.com/cosa-mettere-valigia-per-un-viaggio-roma/feed/ 0
Musei per bambini a Roma https://www.noidiroma.com/musei-per-bambini-a-roma/ https://www.noidiroma.com/musei-per-bambini-a-roma/#respond Tue, 06 Mar 2018 13:56:36 +0000 http://www.noidiroma.com/?p=4068 Musei per bambini a Roma
noidiroma.com

Arte, cultura e creatività hanno da sempre avuto un’importanza fondamentale nello sviluppo e nella crescita dei bambini. Roma lo sa bene e per questo è munita di vari edifici destinati all’osservazione di opere d’arte. In questo articolo conoscerete quelli più adatti per vostri bambini. Oggi, conseguentemente al fatto di essere circondati dalle tante innovazioni tecnologiche, i …

Musei per bambini a Roma
noidiroma.com

]]>
Musei per bambini a Roma
noidiroma.com

Arte, cultura e creatività hanno da sempre avuto un’importanza fondamentale nello sviluppo e nella crescita dei bambini. Roma lo sa bene e per questo è munita di vari edifici destinati all’osservazione di opere d’arte. In questo articolo conoscerete quelli più adatti per vostri bambini.

Oggi, conseguentemente al fatto di essere circondati dalle tante innovazioni tecnologiche, i più piccoli rimangono sempre più lontani dall’arte e dalla cultura. Non dovremmo però dimenticare che avvicinare i bambini al mondo dell’arte e far vivere loro quest’ultima in ogni sua forma, ha un impatto positivo sullo sviluppo cognitivo ed emozionale, stimola la creatività e aiuta a sviluppare varie capacità comunicative e di apprendimento.

Entrare in contatto con opere d’arte è quindi allettante e coinvolgente per i bambini, fin da quando sono ancora nel grembo della propria madre. Infatti, è stato provato che visitare musei ed essere circondati dalla loro bellezza (a partire dalla struttura architettonica fino alle opere contenute) crea sensazioni di assoluto benessere.

L’arte “osservata” è in grado quindi di trasmettere, in modo totalmente naturale, alcune competenze fondamentali per vivere al meglio, utili certamente per i più grandi, ma ancor di più per i più piccoli; in primis, la capacità di osservare senza toccare. Infatti, al museo, è necessario dare ai piccoli la totale fiducia e la possibilità di arricchirsi di cultura, di vivere l’arte, senza necessariamente dovergliela spiegare o fargliela comprendere e capire al meglio.

Guardare un’opera d’arte è sinonimo di arricchimento della potenzialità di osservazione senza filtri, accettazione e comprensione dei tempi lunghi che richiede un’esperienza museale, ma soprattutto stimolo alla creatività e alla fantasia.

Una delle migliori cose da fare a Roma con i bambini per stimolarli a crescere con alcune consapevolezze in più sulla vita e sul mondo è quella di andare nei musei adatti a tutti, ma con una particolare attenzione al mondo dei più piccoli, a partire dai bambini dell’asilo, proseguendo con i bambini delle elementari e giungendo fino ai ragazzi delle scuole medie.

I migliori musei per bambini a Roma

Explora

Un museo adatto alle famiglie, in quanto offre giochi, sperimentazioni e divertimento per i più piccoli. Explora da la possibilità di sperimentare e vivere situazioni reali adattate alla forma del gioco; è infatti ricco di laboratori che inducono i bambini a cimentarsi nei ruoli dei grandi, come cucinare, essere dirigenti di banche, lavorare al supermercato e quant’altro.

I giochi sono rinnovati frequentemente e i laboratori si aggiornano ogni mese. Per accedere al museo, è necessario attendere il proprio turno, in quanto la struttura è a numero chiuso e ogni turno dura 1 ora e 45 minuti. C’è quindi bisogno di prenotazione e una volta entrati, sarete accolti dallo staff, che vi guiderà per i vari laboratori.

Dove: Via Flaminia, 80/86

GiocArteLAB

Il Museo che stimola la creatività dei bambini da 3 a 99 anni. GiocArteLAB offre la possibilità di lavorare con materiali naturali e riciclati. Il museo ha infatti come obiettivo principale la promozione dell’utilizzo di materiali riciclati e la visione ottimistica di vivere l’ecologia e di costruire il cambiamento valorizzando materiali di scarto, oggetti senza valore e prodotti non perfetti.

Questo museo, oltre a stimolare i bambini e la loro fantasia, cerca di promuovere in loro l’idea che i rifiuti sono risorse e che con determinati materiali di recupero, si può reinventare il loro uso quotidiano.

Dove: Via dell’Acquedotto Felice, 120

Technotown

Oggi anche i più piccoli sono trasportati dal mondo della tecnologia, e, di conseguenza, sono ottimi intenditori di social tetwork e delle nuove tecnologie in generale. Technotown è una ludoteca tecnologico scientifica che può vantare di ben 9 sale in cui si può interagire con tecnologie sofisticate e una sala molto particolare: CyberPlant.

CyberPlant è uno spazio dedicato a natura e biodiversità, con un allestimento che racchiude tre parole chiave: eco-compatibilità, creatività e interattività. In questa sala, i bambini (da 4 anni in su) potranno applicare la tecnologia e tutti i suoi strumenti alla botanica.

Nelle restanti 9 sale, i giovani ospiti possono essere partecipi di giochi di gruppo, proiezioni tridimensionali e conoscere realtà virtuali ed interattive. Technotown è una realtà che tratta anche di musica, robot, cinema, effetti speciali, fotografia.

Dove: Villa Torlonia, Via Lazzaro Spallanzani

Sottosopra: l’Archeologia a Piccoli Passi

Uno spazio ludico-didattico, dedicato a grandi e piccini, con lo scopo di far vivere un vero e proprio viaggio multisensoriale alla scoperta della storia di Roma. Sottosopra è adatto a piccoli e piccolissimi, in quanto è allestito in un contesto lontano dai tradizionali musei e, per questo, avvicina le menti e il desiderio di conoscenza dei più piccoli.

I piccoli archeologi potranno toccare con mano i vari reperti, ai quali sarà restituito il ruolo di oggetti della quotidianità, e potranno quindi scoprirne i colori, la materialità e e gli odori. Nelle varie sale si trovano anfore, magazzini dell’antica Roma, reperti archeologici. Il museo è adatto a bambini da 4 a 11 anni ed ha il costo di 8 euro a bambino (gli adulti non pagano).

Dove: Via Lorenzo Ghiberti, Mercato Testaccio

International Sports Hall of Fame & Museum

Il primo museo dedicato alla storia dello sport a Roma. Esso richiama tutti coloro che vogliono ripercorrere i più grandi eventi dello sport. Si fa portavoce dello sport mondiale e raccoglie tutti i campioni di ogni tempo.

Il museo dello sport celebra gli avvenimenti sportivi che hanno fatto sognare il mondo intero e tratta le storie e i sogni di centinaia di atleti che hanno ispirato e/o continuano a ispirare uomini, donne, bambini e bambine di ogni generazione e paese. Adatto ai giovani atleti, alle giovani aspiranti ballerine, ginnaste, acrobate, cicliste, adatto a tutti coloro inseguono il sogno dello sport, o che semplicemente hanno degli idoli in cui si rispecchiano o da cui prendono esempio.

Giovani sportivi e sportive potranno osservare i vari attrezzi, strumenti, accessori utilizzati nel loro sport preferito, dai loro idoli preferiti. Suddiviso nelle varie discipline, rappresenta il meglio dello sport:

  • pugilato: da Joe Louis ad Alì
  • sport d’acqua: da Federica Pellegrini a Phelps
  • scherma: da Edoardo Mangiarotti a Diana Bianchedi
  • ciclismo: da Merckx a Pantani
  • calcio: da Pelè a Messi
  • basket: Jordan, Meneghin e Magic Johnson, fino agli All Blacks

Dove: all’interno del Palazzo Muti Bussi, di fronte al Campidoglio

Museo di Zoologia

Offre percorsi interattivi e visite guidate che coinvolgono adulti e bambini a partire dai 3 anni. Il percorso del museo è ideato per stimolare una partecipazione attiva, che permetta di mettere in gioco le capacità di osservazione e riflessione dei bambini, attraverso strumenti interattivi e ricostruzioni ambientali tipiche. Le varie sale offrono la visione di: una barriera corallina, mammiferi, anfibi, rettili, scheletri e la maestosa balena.

Dove: Via Ulisse Altrovandi, 18

Planetario

Costituito da una cupola di 14 metri in cui si trovano proiezioni di stelle, pianeti, corpi celesti e nebulose.  Il museo astronomico è ricco di spettacoli, eventi e laboratori per i più piccoli e offre inoltre visite alle sale astronomiche e alle postazioni multimediali interattive. Per i piccoli amanti del cielo e delle costellazioni, sarà una gita più che gradita.

Dove: Via dello Scalo San Lorenzo, 10

MAXXI Ricerca, Educazione, Formazione

Maxxi è un museo che funge da luogo attivo di ricerca e di apprendimento. Esso infatti, ha l’obiettivo di promuovere le espressioni della creatività di oggi di un Paese caratterizzato da secoli di primato nel campo artistico e architettonico (come l’Italia). L’arte è vista come mezzo di comunicazione e l’immediatezza e l’universalità artistica sono utili alla comprensione di mondi e culture divese, favorendo la coesistenza delle differenze.

Il MAXXI è molto adatto a famiglie e soprattutto ai più piccoli, in quanto produce appunto questa voglia di sconfiggere la diversità e di far crescere i più piccoli in un’ottica più integralista. Il museo offre laboratori creativi per bambini, con attività tecnologiche e artistiche di gruppo.

Dove: Via Guido Reni, 4/a

Questi sono alcuni dei tanti musei presenti a Roma adatti alla famiglia. La maggior parte di essi sono musei gratuiti. Potrete visitarli con l’intento di far crescere ed espandere le prospettive e le idee dei vostri bambini, dal momento in cui oggi, sempre di più, questi ultimi si mostrano indifferenti all’arte, alla creatività e alle riflessioni sulla cultura, inconsapevoli del fatto che invece sono proprio queste le basi di una vita serena e appagante.

Buone gite, buon divertimento e BUONA VITA, dunque!

Musei per bambini a Roma
noidiroma.com

]]>
https://www.noidiroma.com/musei-per-bambini-a-roma/feed/ 0
Piste ciclabili di Roma https://www.noidiroma.com/piste-ciclabili-roma/ https://www.noidiroma.com/piste-ciclabili-roma/#respond Fri, 23 Feb 2018 11:49:04 +0000 http://www.noidiroma.com/?p=4030 Piste ciclabili di Roma
noidiroma.com

Sapevate che concedervi ogni tanto un bel giro in bici può solo che migliorare le vostre condizioni fisiche e psicologiche? Solo per il fatto che non si vedono concretamente, non significa che l’andare in bicicletta porti pochi vantaggi al nostro corpo e, soprattutto, alla nostra mente. Grazie all’uso della bici, avvengono un sacco di cose …

Piste ciclabili di Roma
noidiroma.com

]]>
Piste ciclabili di Roma
noidiroma.com

Sapevate che concedervi ogni tanto un bel giro in bici può solo che migliorare le vostre condizioni fisiche e psicologiche?

Solo per il fatto che non si vedono concretamente, non significa che l’andare in bicicletta porti pochi vantaggi al nostro corpo e, soprattutto, alla nostra mente. Grazie all’uso della bici, avvengono un sacco di cose che hanno una grandissima influenza sul nostro modo di vivere, sulla nostra visione del mondo esterno e sui rapporti con gli altri individui.

Forse non tutti lo sanno ma l’andare in bicicletta fa in modo che il cuore pompi sempre quantità maggiori di sangue ai polmoni (che è il luogo dove il sangue si ossigena), fa si che le fibre (le componenti più piccole dei muscoli) cambino e si sviluppino, permette di sviluppare le capacità d’attenzione, le articolazioni si lubrificano diventando così più elastiche e forti, consumando energie, infine, il cervello produce delle sostanze che migliorano l’umore (come l’endorfina).

Quest’ultimo è la condizione psicologica ed emotiva che fa da sfondo a qualunque attività umana: noi essere umani siamo incapaci di vivere un evento senza accompagnarlo con una sensazione o un’emozione. Inoltre il senso di libertà e di autodeterminazione (cioè di essere padroni della propria bici, come della propria esistenza) punta a migliorare il proprio benessere psicologico.

Le migliori piste ciclabili di Roma

Roma offre una molteplicità di piste ciclabili, insieme ai vari parchi da girare in compagnia di una bicicletta, in ogni sua zona: Roma Nord, Roma Sud, Roma Est, Roma Ovest, Roma Centro.

Piste ciclabili di Roma Nord

Percorso ciclabile Tevere

Alternativo all’uso dell’auto, si affianca al “Progetto Tevere” di navigazione sperimentale di linea e turistica del fiume. Partendo da nord il percorso inizia all’altezza dell’edificio della Fornace Mariani nella piana di Labaro. Poco più avanti, è possibile raggiungere la riva del fiume; sulla sponda opposta in alto si vede la borgata Fidene.

Proseguendo si passa sotto Via del Foro Italico, quando si raggiunge il Ponte della Magliana lo si percorre e subito si scende su Via del Cappellaccio sull’argine sinistro. Si torna a pedalare sul percorso ciclabile e si affrontano due saliscendi per superare il Fosso di Vallerano. Prima di risalire, s’incontra un ponte romano a tre archi.

Ci si avvicina all’Ippodromo di Tor di Valle. In corrispondenza del secondo di due vecchi casali, scendendo a sinistra, si possono raggiungere sia l’Ippodromo che la fermata omonima della ferrovia Roma-Ostia. La pista principale supera le scuderie e si avvicina ai due ponti di ferro dei collettori ACEA; in fondo al rettilineo è visibile il G.R.A., che segna il termine del percorso ciclabile con una area di sosta attrezzata.

Percorso ciclabile da Ponte Milvio a Villa Ada

Un percorso di elevata qualità paesaggistica e ambientale che interessa due aree di verde pubblico (Villa Glori e Monte Antenne) dove sono presenti attrezzature sportive e per il tempo libero. Percorrendo questa pista è possibile raggiungere l’Auditorium in bici.

Piste ciclabili di Roma Sud

Percorso ciclabile da Morena al primo Municipio di Roma

Un percorso ricco di aree verdi e di infrastrutture semi abbandonate. Si va dall’apertura dell’area verde di Gregna e si procede in direzione del Raccordo Anulare.

Ciclabile Via Petrocelli

La pista collega la via Tuscolana alla zona della Romanina nei pressi dell’univerisità di Tor Vergata.

Ciclabile Grotta Perfetta

Tratto alberato di via di Grotta Perfetta dalla Montagnola alla scuola elementare statale Europa con accesso alla pineta del parco del forte ardeatino, al cui interno si trova un tratto ciclopedonale circolare. La pista termina in prossimità del centro commerciale i granai.

Piste ciclabili di Roma Est

Cinecittà Est

Gira intorno ad una grande area verde recintata, utile per il collegamento con la metro, ma ancora scollegata dalle ciclabili vicine (Palmiro Togliatti, Romanina e Torre Maura). A fine pista ciclabile c’è la possibilità di proseguimento tramite sentiero ciclabile all’interno del parco.

Nuova pista ciclabile su Via Nomentana

Sono partiti Lunedì 22 gennaio i lavori per la realizzazione della nuova pista ciclabile tra Porta Pia e via Valle d’Aosta-via Valdarno. La durata del cantiere sarà di circa 400 giorni, con la chiusura dei lavori prevista per febbraio 2019.

Il progetto prevede la pista sul lato destro di via Nomentana, in direzione piazza Sempione, fino all’altezza della Batteria Nomentana, poi, si sposterà sul lato sinistro, passando sul viadotto della Circonvallazione Nomentana fino all’incrocio con via Val d’Aosta, e svolterà sulla stessa via Val d’Aosta fino al tratto conclusivo di via Valdarno, dove si riconnetterà alla ciclabile esistente dell’”Aniene”, in via dei Campi Flegrei.

Parco Tor Tre Teste est-ovest

Un possibile percorso (disegnato ad anello) per l’attraversamento est-ovest del parco di Tor Tre Teste.

Piste ciclabili di Roma Ovest

Collegamento Eur – Caracalla

In corrispondenza delle antiche mura Aureliane, si connette al tracciata della pista che va verso le terme di Caracalla e il centro. Utilissimo per chi vuole andare in ufficio, quando il percorso protetto si interrompe, è possibile proseguire addentrandosi nelle strade dell’Eur in tutta sicurezza, approfittando di ampi marciapiede.

Ciclabile Villa Bonelli – Via Frattini

Un breve itinerario prevalentemente stradale raccorda la pista ciclabile Tiberina alla pista ciclabile di via Pietro Frattini oltrepassando la ferrovia nel sottopasso pedonale della stazione FS Villa Bonelli. Attraversa il quartiere Magliana e la parte bassa di Villa Bonelli. Si raccomanda di andare piano nel sottopasso e nelle rampe della stazione, dal momento in cui è una zona pedonale.

Piste ciclabili Roma Centro

Ciclabile Villa Aida – Villa Borghese

Questo itinerario collega due dei principali parchi urbani della città: Villa Ada e Villa Borghese.  Attraverso Villa Ada, è possibile raggiungere la pista che percorre via del Foro Italico e il Parco delle Valli, percorrendo tutta viale del Giardino Zoologico, si può riprendere la ciclabile di viale delle Belle Arti (Valle Giulia) che conduce alla pista Tiberina.

L’Appia Antica in bicicletta

La via Appia Antica è una strada a traffico ridotto (e quasi completamente chiusa al traffico la domenica). Costituisce un percorso di indiscutibile fascino per i ciclisti che vogliono percorrerla, si pedala infatti per lunghi tratti in un’atmosfera del tutto particolare, fra antichi monumenti funerari e bellissimi pini immersi nella campagna romana.

In alcuni tratti è facile pensare di essere tornati indietro nel tempo. Come se non bastasse, dall’Appia Antica è facilissimo deviare verso il bellissimo parco della Caffarella, una vasta zona naturale che si stenta a credere possa trovarsi nel bel mezzo di Roma.

Le piste ciclabili più belle di Roma

Queste erano alcune delle piste ciclabili di Roma.

Oltre ad esse e tante altre, addentrandovi in questa magnifica città, percorrendola a “a pedali”, vi introdurrete (e ne resterete sicuramente affascinati) nei vari giardini e parchi.

Potrete divertirvi ad andare in bici con i vostri amici, con i vostri partner, con la vostra famiglia, o anche semplicemente con la compagnia delle vostre cuffiette e della Playlist migliore che avete nel vostro Smartphone. Anche se non sembra (a causa dell’elevata prudenza che occorre avere), la migliore compagnia per farsi un giro in bici è quella dei bambini.

Loro scoprono il primo approccio con la velocità, i bambini e la bicicletta sono un duo vincente, in quanto attraverso la bici il bambino scopre la propria autonomia e si sente libero di andare, con il proprio sforzo, alla scoperta del mondo esterno.

Ora non vi resta che preparare casco e ginocchiere, e partire alla scoperta del mondo; consapevoli del fatto che “la cosa più pericolosa da fare è rimanere immobili”. 

Piste ciclabili di Roma
noidiroma.com

]]>
https://www.noidiroma.com/piste-ciclabili-roma/feed/ 0
Domenica al museo: tutti i musei gratis di Roma https://www.noidiroma.com/domenica-al-museo-musei-gratis-roma/ https://www.noidiroma.com/domenica-al-museo-musei-gratis-roma/#respond Fri, 23 Feb 2018 10:52:30 +0000 http://www.noidiroma.com/?p=4002 Domenica al museo: tutti i musei gratis di Roma
noidiroma.com

Alzi la mano chi si chiede sempre cosa fare la domenica a Roma. Eccoti, già ti vedo con la mano alzata. Dopo una settimana passata al lavoro, il weekend ti vuoi rilassare e godere la bellezza di Roma, mi pare giusto. E se ti dicessi che la prima domenica del mese puoi visitare moltissimi musei …

Domenica al museo: tutti i musei gratis di Roma
noidiroma.com

]]>
Domenica al museo: tutti i musei gratis di Roma
noidiroma.com

Alzi la mano chi si chiede sempre cosa fare la domenica a Roma.
Eccoti, già ti vedo con la mano alzata. Dopo una settimana passata al lavoro, il weekend ti vuoi rilassare e godere la bellezza di Roma, mi pare giusto.
E se ti dicessi che la prima domenica del mese puoi visitare moltissimi musei gratis?
Sì, hai capito bene: gratis.
Ti avviso che sono tanti, quindi prendi carta e penna e segnati i suggerimenti, perché oggi ti porteremo a scoprire tutti i luoghi magnifici che potrai visitare.

Perché puoi vedere i musei gratis la prima domenica del mese?

Nel 2014 il Ministero dei beni e delle attività culturali del turismo (MIBACT), ha emanato un decreto che permette ai residenti di visitare gratis musei e luoghi di cultura statali della propria città. L’iniziativa ha avuto tanto successo che nel tempo si sono aggiunti all’elenco anche dei musei non statali.
#domenicalmuseo, nasce quindi per invitarci a conoscere ciò che fa parte della nostra storia.
Noi non vediamo l’ora di vederli tutti e vogliamo portare anche te a scoprire tutti i musei interessati dall’iniziativa a Roma.

I musei dentro Roma che puoi visitare gratis

Centro storico

Anfiteatro Flavio – Colosseo

L’Anfiteatro Flavio, simbolo di Roma, è il più grande del mondo. Deve il nome alla famiglia Flavia, finanziatrice della costruzione cominciata nel 72 a.C. Colosseo forse deriva dalla colossale statua di Nerone impiantata di fronte.
Era teatro di lotte tra gladiatori e perfino di naumachie (battaglie navali).
Piazza del Colosseo, 1

Arco di Costantino

Questo enorme arco trionfale di 21 metri, fu eretto in onore alla vittoria di Costantino su Massenzio nel 312. I bassorilievi che lo decorano sono di epoche diverse e per questo possiamo consideralo un vero e proprio museo delle sculture romane.
Via di San Greogrio, s.n.c.

Chiesa di Santa Marta al Collegio Romano

È stata una chiesa, un monastero, una loggia massonica e un magazzino militare. Fondata nel 1543 da Sant’Ignazio di Loyola, è da tempo sconsacrata. Oggi è sede di conferenze e incontri.
Necessaria la prenotazione.
Piazza del Collegio Romano, 5

Crypta Balbi

Complesso museale che sorge su un giardino porticato annesso al Teatro di Balbo del 13 a.C.. Usato come chiesa, convento e abitazione, è una preziosa testimonianza di diversi stili architettonici.
Via Botteghe Oscure, 31

Foro romano e Palatino

Centro politico, economico, religioso e giuridico della vita romana, era il cuore pulsante della Roma antica. Si estende tra Campidoglio e Palatino, quest’ultimo luogo dei primi insediamenti dell’Urbe. Un vero museo a cielo aperto, ricco di tesori.
Largo della Salara Vecchia, 5

Galleria Spada

All’ interno del Palazzo Spada, famoso per la falsa prospettiva del Borromini, la Galleria Spada ci permette di ammirare opere di Artemisia Gentileschi, Tiziano, Guido Reni e tanti altri.
Piazza Capo di Ferro, 13

Monumento a Vittorio Emanuele II (Vittoriano)

Complesso monumentale edificato a partire dal 1885, per celebrare Vittorio Emanuele II, chiamato anche Altare della Patria. La statua equestre del re campeggia nel piazzale esterno, mentre all’interno viene ripercorsa la storia del Risorgimento.
Piazza Venezia, s.n.c.

Musei Capitolini

Inaugurati nel 1734, sono considerati il primo museo al mondo. Affacciati sulla piazza disegnata da Michelangelo, conservano migliaia di opere e secoli di storia di Roma.
Piazza del Campidoglio, 1

Museo dell’Ara Pacis

L’altare della Pace Augustea Pax Romana fu dedicato ad Augusto nel 9 a.C.. Originariamente in Campo Marzio, è una delle più grandi testimonianze dell’epoca augustea. Lungotevere in Augusta

Museo dell’Istituto centrale per la grafica

Nasce per tutelare e conservare linguaggi e tecniche grafiche. Un enorme patrimonio di opere di arte grafica in diverse forme: disegni, fotografie, stampa.
Via della Stamperia, 6

Museo nazionale degli strumenti musicali

800 strumenti musicali esposti, parte della massiccia collezione del tenore Evan Gorga. Il museo è stato inaugurato nel 1974, si trova nel complesso della Chiesa di Santa Croce in Gerusalemme.
Piazza Santa Croce in Gerusalemme, 9/a

Palazzo Barberini

Opera di Bernini e Borromini, ospita le opere delle famiglie Torlonia e Corsini. Tantissimi i capolavori di Caravaggio, Raffaello, Filippo Lippi e tanti altri. Imperdibile anche la scala elicoidale del Borromini.
Via Quattro Fontane, 13

Palazzo Altemps

Decine di sculture di epoca egizia, repubblicana, passando per la Magna Grecia, al 1500 italiano. A due passi da Piazza Navona.
Piazza di Sant’Apollinare, 46

Palazzo Massimo

Una delle più importanti collezioni di arte classica al mondo. Sculture, mosaici, monete e altri reperti sono ospitati in questo palazzo ottocentesco di stile neoclassico.
Piazza dei Cinquecento, 67

Palazzo Poli

È il palazzo su cui poggia la Fontana di Trevi. Ospita l’Istituto Centrale per la Grafica e fu casa di molti personaggi illustri, tra cui Gioacchino Belli.
Via Poli, 54

Palazzo Venezia

Fu dimora papale, oggi espone opere di periodo medievale e rinascimentale, da Castel Sant’Angelo, Galleria nazionale d’Arte Antica e dal vicino Collegio Romano. Via del Plebiscito, 118

Pantheon

Edificato nel 27 a.C. da Agrippa, genero di Augusto, nel VII secolo diventa una chiesa, Santa Maria della Rotonda. Ospita diverse tombe di grandi artisti, tra cui Raffaello, oltre che quelle dei Re d’Italia. Piazza della Rotonda.

Terme di Caracalla

Edificate tra il 212 e il 216 d.C., fino alla costruzione delle Terme di Diocleziano, furono il più grande impianto termale dell’Urbe. Molto ben conservate ancora oggi, sono uno dei luoghi più suggestivi del centro di Roma. Via delle Terme di Caracalla, 52

Terme di Diocleziano

Le terme più grandi di Roma, edificate tra il 298 e il 306 d.C., accoglievano fino a 3000 persone. Michelangelo ne trasformò una parte nella certosa di Santa Maria degli Angeli. Via Enrico de Nicola, 79

Flaminio

Fonte di Anna Perenna

Il bosco sacro e la fonte di Anna Perenna, sono quelle di cui di cui ci parla il poeta Ovidio nei Fasti.Qui tra IV al VI secolo a.C. venivano praticati riti magici e votivi alla dea. Via Guidubaldo Del Monte.

Galleria Borghese

Il luogo migliore al mondo per ammirare tele di Caravaggio e sculture di Bernini, tra i giardini di Villa Borghese. Mosaici antichi, sculture, bassorilievi e pitture di maestri come Raffaello, Tiziano, Canova. Piazzale Scipione Borghese.

Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea

Inaugurata nel 1883, dal 1911 è stata collocata a Valle Giulia, in occasione dell’esposizione universale. Ha subìto diversi interventi di ampliamento e restauro e continua a ospitare collezioni permanenti e mostre periodiche. Viale delle Belle Arti, 131

Museo Aristaios

L’Auditorium Parco della Musica di Renzo Piano è un gioiello di architettura e acustica. Al suo interno c’è anche il Museo Aristaios: decine e decine di opere del Maestro Giuseppe Sinopoli. Arte minoica, bronzi etruschi e reperti della Magna Grecia. Largo Luciano Berio

Museo Hendrik Christian Andersen

Casa del pittore, scultore e urbanista Hendrick Christian Andersen. Visse a Roma fino alla morte, dove lascia gran parte dei suoi lavori. Sculture e stucchi ispirati al neoclassicismo, per l’automiglioramento dell’uomo.
Via Pasquale Stanislao Mancini, 20

Museo MAXXI

Progettato da Zaha Hadid e inaugurato nel 2010, è uno dei maggiori spazi di arte contemporanea e il primo museo nazionale di architettura in Italia.
Via Guido Reni, 4/a

Villa Giulia

Fatta edificare da Papa Giulio III tra il 1550 e il 1555, dal 1889 è il più grande museo etrusco. Sono esposte anche parte della collezione Barberini e Castellani. Piazzale di Villa Giulia, 9

Prima Porta

Arco di Malborghetto

Sembra un vecchio casale, ma in origine era un arco a 4 arcate, alto 18 metri. Probabilmente del IV secolo, aveva un rivestimento di marmo, oggi non più visibile.
Via Barlassina, 1

Villa di Livia

Livia Drusilla fu la moglie di Augusto. Tra splendidi affreschi, giardini e statue fu trovata qui la statua di Augusto Ioricato, oggi esposta ai Musei Vaticani.
Via Villa di Livia, 125

Cassia

rea archeologica di Veio – Santuario etrusco dell’Apollo

Santuario etrusco di Veio in cui venivano celebrati Apollo e Minerva. In origine decorato con terracotte policrome e grandi statue. Posto su un altipiano vulcanico, in uno strepitoso paesaggio naturale. Via Riserva Campetti.

Appio Latino, Appia Antica

Basilica di San Cesareo de Appia

Vicino a Porta San Sebastiano, questa chiesa molto antica fu edificata nell’VIII secolo su altre costruzioni di epoca romana. Nel restauro del XVI secolo vi furono trasferiti alcuni mosaici e arredi dalla Basilica di San Giovanni in Laterano.

Mausoleo di Cecilia Metella

Cecilia Metella fu moglie di Marco Licinio Crasso, membro del primo triumvirato di Roma. Edificato nel I secolo a.C., celebra in realtà l’intera famiglia di Cecilia Metella. Via Appia Antica, 161

Antiquarium di Lucrezia Romana

Reperti rinvenuti negli ultimi decenni, lungo il percorso dell’antica via Latina. Monili, statue, oggetti quotidiani dalla preistoria al Medioevo.
Via Lucrezia Romana, 62

Complesso di Santa Maria Nova

Nel cuore del Parco dell’Appia Antica, custodisce importanti ritrovamenti: tratti di strada basolata, frammenti della vicina Villa dei Quintili e una necropoli. Via Appia Antica, 1092

Villa dei Quintili

Resti della monumentale villa della famiglia Quintili, databile alla prima metà del II secolo a.C.. I reperti ritrovati testimoniano un suo uso fino almeno all’Alto Medioevo. Via Appia Nuova, 1092

Tombe della via Latina

La via Latina era un’importante strada lungo la quale sono state rinvenute decine di tombe del II secolo a.C.. Quest’area è un esempio di campagna romana, rimasta quasi intatta da secoli. Via dell’Arco di Travertino, 151

Villa di Capo di Bove

Una villa con annesso complesso termale, datati II secolo a.C.. Era la dimora di Erode Attico e sua moglie Annia Regilla. Via Appia Antica, 222

Salaria

Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative, il costume e la moda dei secoli XIX e XX

Era la casa della famiglia Boncompagni Ludovisi. Custodisce la straordinaria tradizione italiana di manifattura attraverso arredi, mobili, abiti e oggetti appartenuti alla famiglia. Via Boncompagni, 18

Ostiense

Museo della via Ostiense – Porta San Paolo

Antica porta della città, prende il nome dalla vicina Basilica di San Paolo fuori le mura. Ospita antichi resti romani rinvenuti tra Roma e Ostia, soprattutto di origine funeraria. Via Raffaele Persichetti, 3

EUR

Museo nazionale delle arti e tradizioni popolari

Documenta le tradizioni di tutte le regioni italiane ed è parte del Museo delle Civiltà, è l’unico museo di questo genere in Italia. Oltre centomila documenti dal 1906 ai giorni nostri. Piazza Guglielmo Marconi, 8

Museo nazionale dell’Alto Medioevo

Inaugurato nel 1967, conserva le testimonianze dell’età post-classica. Tra le poche testimonianze rilevanti del Medioevo a Roma. Viale Lincoln, 3

Museo nazionale preistorico ed etnografico “Luigi Pigorini”

Uno tra i più importanti musei al mondo per le collezioni etnografiche extraeuropee. Fondato nel 1876, fu trasferito nella sua attuale sede del Palazzo delle Scienze all’EUR, in previsione dell’esposizione universale del 1942. Piazza Guglielmo Marconi, 14

Prati

Castel Sant’Angelo

Il Mausoleo di Adriano diventa nei secoli fortezza, residenza dei Papi e infine prigione. Dal 1925 è un museo che raccoglie la storia di tutte le sue trasformazioni. Lungotevere Castello, 50

Trastevere

Galleria Corsini

Dentro Palazzo Corsini alla Lungara, la Galleria Corsini è una carrellata di capolavori di grandi maestri, tra cui Beato Angelico, Caravaggio e Guido Reni.
Via della Lungara, 10

Non mi resta che augurarti buona domenica al museo!

Domenica al museo: tutti i musei gratis di Roma
noidiroma.com

]]>
https://www.noidiroma.com/domenica-al-museo-musei-gratis-roma/feed/ 0
La Street Art romana https://www.noidiroma.com/street-art-romana/ https://www.noidiroma.com/street-art-romana/#respond Mon, 15 Jan 2018 14:24:32 +0000 http://www.noidiroma.com/?p=3770 La Street Art romana
noidiroma.com

La Street Art romana ha ottenuto sempre più successo negli ultimi anni, tanto da esser inserita in una vera e propria mappa, divenendo una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto. Come visitare la Street Art in modo semplice e veloce non sarà più un problema, grazie alla possibilità di consultare la nostra città suddivisa in quartieri in …

La Street Art romana
noidiroma.com

]]>
La Street Art romana
noidiroma.com

La Street Art romana ha ottenuto sempre più successo negli ultimi anni, tanto da esser inserita in una vera e propria mappa, divenendo una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto. Come visitare la Street Art in modo semplice e veloce non sarà più un problema, grazie alla possibilità di consultare la nostra città suddivisa in quartieri in base alle opere presenti.

L’entusiasmo creatosi per la presenza di arte urbana nella Capitale ha fatto sì che oltre la mappa sia nata anche un App grazie alla quale è possibile consultare le opere già presenti e conoscere per tempo quelle nuove.

Che tu venga da fuori o viva già nella Città Eterna, il percorso artistico della Street Art romana è d’obbligo! Cosa vedere a Roma una volta che hai spulciato ogni angolo del centro storico se non le opere street, che non solo caratterizzano la parte centrale della città ma anche le periferie.

I Quartieri di Roma[link interno] interessati a questa crescente forma d’arte sono ben 30, i municipi coinvolti 13 su 15. L’evoluzione dell’arte urbana è ormai all’apice, e ciò lo si deve alla riqualificazione che la sua presenza ha portato in molte zone spesso ai margini della città. Ma vediamo bene in quali quartieri di Roma ha dato un tocco in più e come visitare la Street Art.

Street Art romana: i quartieri coinvolti si rifanno con l’arte

Il coinvolgimento con la Street Art non si deve solo alla qualità delle opere, ma anche all’integrazione che questa arte urbana ha creato. Si tratta di opere incisive e aggreganti nate soprattutto nei quartieri più popolari di Roma. La città capitolina ha un centro storico unico, ma anche le periferie grazie alla presenza di Street Art romana riescono ad avere la meglio in qualcosa.

Non è un caso che la maggior parte dei murales, graffiti e altre forme d’arte siano maggiormente presenti nei quartieri ai margini della città, tra questi ad esempio:

  • Tor Bella Monaca, Borghesiana, Tor Vergata;
  • Quadraro, Tuscolano;
  • Ostiense, Garbatella, Tor Marancia;
  • Ostia, Dragona, Casal Bernocchi;
  • Trullo, Magliana;
  • Serpentara, Tufello, Val Melaina;
  • Rebibbia, San Basilio, Pietralata

I quartieri periferici non finiscono qui, così come non sono esenti dall’avere la presenza di tali opere le zone del centro storico o di Roma Nord:

  • Stazione Metro A Spagna;
  • Piazza del Campidoglio;
  • Via Cavour;
  • Foro Italico;
  • Olgiata;

Gli artisti della Street Art romana

Al pari delle grandi metropoli europee, anche la Capitale finalmente può vantare una Street Art degna di tale nome.

Magari sarà capitato anche a te di trovare in giro per la città alcune opere ma non sapere a chi appartengano. Non pensare che gli autori siano solo stranieri: oltre la presenza di nomi come MOMO o Clemens Behr, i murales di Roma sono anche opera di grandiosi artisti italiani. Tra questi

  • Alice Pasquini, che ha realizzato uno dei murales più belli di tutta Roma situato a San Lorenzo;
  • Blu, autore del murales in zona Ostiense che ha ridato vita ad un ex magazzino militare;
  • David Daivù Vecchiato, creatore di un meraviglioso vero e proprio muro ridisegnato per la zona del Quadraro/Porta Furba;

Street Art romana: perché visitarla?

Già il fatto che la Street Art in questione sia ospitata dalla città capitolina, merita ancor più curiosità. Il contrasto tra la decadenza di alcuni edifici, la storicità del centro con l’arte nuda e cruda come può essere quella street è di per sé già cultura.

Abbiamo la possibilità di visitarla solo facendo una passeggiata per i quartieri di Roma dove magari abita un amico, o un famigliare. Basta anche solo andare una sera in uno dei locali della movida romana, per trovarsi vicino uno dei murales citati.

In più, con la possibilità di consultare la mappa non c’è nemmeno il rischio di non trovare le vie interessate. Insomma, una galleria d’arte così, a cielo aperto, merita almeno una visita!

La Street Art romana
noidiroma.com

]]>
https://www.noidiroma.com/street-art-romana/feed/ 0
Le statue di San Pietro: segreti e curiosità della piazza più famosa di Roma https://www.noidiroma.com/statue-di-san-pietro/ https://www.noidiroma.com/statue-di-san-pietro/#respond Thu, 11 Jan 2018 22:56:08 +0000 http://www.noidiroma.com/?p=3765 Le statue di San Pietro: segreti e curiosità della piazza più famosa di Roma
noidiroma.com

Le statue di San Pietro rientrano fra le attrazioni più belle dell’intera piazza. Con oltre 350 anni di storia, piazza San Pietro riesce sempre a stupire residenti e pellegrini: è in questa piazza che si riuniscono i fedeli di tutto il mondo, per ascoltare le parole del Santo Padre e vedere con i loro occhi …

Le statue di San Pietro: segreti e curiosità della piazza più famosa di Roma
noidiroma.com

]]>
Le statue di San Pietro: segreti e curiosità della piazza più famosa di Roma
noidiroma.com

Le statue di San Pietro rientrano fra le attrazioni più belle dell’intera piazza. Con oltre 350 anni di storia, piazza San Pietro riesce sempre a stupire residenti e pellegrini: è in questa piazza che si riuniscono i fedeli di tutto il mondo, per ascoltare le parole del Santo Padre e vedere con i loro occhi i simboli della cristianità.

La cupola di San Pietro, noto come “Er Cuppolone” per i romani, non è la sola meraviglia: la stupefacente piazza antistante alla celebre Basilica San Pietro è stata progettata da Gian Lorenzo Bernini e realizzata tra il 1657 e il 1667.

Come avrai notato, lo spazio della piazza è formato da due parti: una prima parte, a forma di trapezio, il cui lato maggiore corrisponde alla facciata con specifiche motivazioni prospettiche (annullare la grande distanza tra la piazza e la basilica) e la seconda, più grande, di forma ovale con l’obelisco Egiziano al centro.

Queste due grandi aree si ricongiungono grazie al colonnato di San Pietro, che conta 4 file con un totale di 286 colonne.  Il colonnato è sormontato da 140 statue, 70 a destra e 70 a sinistra. Ed è proprio di queste statue di San Pietro che vogliamo raccontarti: ecco qualche curiosità sulla piazza più famosa del mondo.

Curiosità e segreti su Piazza San Pietro

Pronto a conoscere qualcosa in più sulle statue del colonnato di San Pietro? Continua a leggere questa guida per soddisfare tutte le tue curiosità.

LEGGI ANCHE – Basilica di San Pietro: aspetti della sua costruzione

Sulla piazza: il simbolismo di Bernini

Come abbiamo detto, la Basilica di San Pietro è avvolta in una grande piazza, progettata da Gian Lorenzo Bernini.

Piazza San Pietro  fa parte del territorio della Città del Vaticano ed è delimitata dal confine con lo Stato italiano; ci si può arrivare sia da via di Porta Angelica che da via della Conciliazione. Ad ogni modo, se non sai orientarti, trovi tutto nella nostra sezione dedicata a come muoversi a Roma.

Tornando a noi, la piazza è un pieno esempio di architettura barocca, dalla bellezza davvero sorprendente.

Il simbolismo legato alla progettazione della piazza è molto semplice: la sua forma ovale doveva rappresentare un abbraccio, l’abbraccio della Chiesa verso i suoi fedeli. A tal proposito, lo stesso Bernini diceva:

La chiesa di S. Pietro, quasi matrice di tutte le altre doveva haver’ un portico che per l’appunto dimostrasse di ricever à braccia aperte maternamente i Cattolici per confermarli nella credenza, gl’Heretici per riunirli alla Chiesa, e gl’Infedeli per illuminarli alla vera fede

Se la osservi bene, la piazza ha un aspetto concavo, creato per produrre l’effetto “teatro”: quando questa si riempie, la folla vede se stessa, come in una cavea.

Il colonnato di San Pietro è forse l’elemento distintivo che più colpisce della piazza; si tratta di ben 286 colonne, situate su 4 file.

E le statue? Le statue di San Pietro sormontano il colonnato ed hanno un significato specifico. Vediamolo insieme nel prossimo paragrafo.

Il colonnato e le statue di San Pietro

Le statue di San Pietro si trovano ognuna in corrispondenza di una colonna, come a rappresentare singole colonne trionfali.

Ora starai pensando: perché scegliere proprio questa disposizione? Ebbene, Bernini voleva rappresentare la «ecclesia triumphans» in relazione alla «ecclesia militans» cioè la folla dei fedeli in preghiera nella piazza.

Le statue di Piazza San Pietro sono realizzate in travertino e vennero lavorate da collaboratori dello stesso Bernini sotto stretta supervisione. Non sarà difficile capire l‘importanza di queste statue che, secondo la teoria, rappresentano un faro, una guida per il pellegrino che si reca alla tomba dell’Apostolo Pietro.

Le dimensioni delle sculture sono esattamente la metà di quelle sulla facciata della basilica, rappresentanti gli apostoli e un Gesù di mano berniniana.

Le statue del colonnato di San Pietro si riferiscono ad una moltitudine di personaggi: troviamo, ad esempio, S. Giuseppe sposo di Maria Ss.ma, S. Elisabetta regina, il Maestro di dottrina sacra S. Tommaso, il Vescovo S. Carlo, il Papa S. Leone Magno, il Sacerdote S. Filippo Neri, il solitario S. Nilamone, candidato a diventare protettore dei pellegrini in contemplazione.

Ci sono anche tanti altri Santi e alcuni Papi. Tra i Santi più popolari, riconosciamo S. Martina, S. Barbara, S. Filippo Benizi, i Santi Giovanni e Paolo, Cosma e Damiano.

In questa processione verso il Cristo Risorto posto al centro e alla sommità della facciata troviamo anche San Nicola da Tolentino, la cui statua fu posta nel 1704 per ordine di Clemente XI.

Queste sono le statue di San Pietro poste all’esterno, ma quelle all’interno sono una meraviglia da non perdere.

Tre consigli per visitare la Basilica di San Pietro

Chiudiamo la nostra guida dedicata alle statue di Piazza San Pietro con tre consigli per visitare la piazza più famosa del mondo:

  • Non perdere l’interno della Basilica: si tratta di un capolavoro senza eguali, ricca di opere d’arte dal valore inestimabile. Tra questa, anche la statua della Pietà di Michelangelo;
  • Osserva bene le prospettive: la piazza è stata progettata secondo un modello prospettico davvero unico. Osservala bene e scoprirai ogni volta particolari che ti erano sfuggiti;
  • Il giro delle sette chiese: se sei un fedele (ma anche se non lo sei), puoi vedere la Basilica sotto un’ottica diversa praticando il giro delle sette chiese, uno dei riti più toccanti. Si tratta di un pellegrinaggio a piedi che attraversa la città, toccando le sette chiese simbolo della cristianità.

 

Le statue di San Pietro: segreti e curiosità della piazza più famosa di Roma
noidiroma.com

]]>
https://www.noidiroma.com/statue-di-san-pietro/feed/ 0
Ostelli Roma https://www.noidiroma.com/ostelli-roma/ Sun, 07 Jan 2018 23:07:37 +0000 http://www.noidiroma.com/?p=3624 Ostelli Roma
noidiroma.com

Informazioni e consigli utili per prenotare un ostello a Roma Sei alla ricerca di consigli per scegliere gli ostelli a Roma più adatti per te? Sei nel posto giusto: in questa guida ti spiegheremo come prenotare un posto negli ostelli più economici della città e assicurarti un soggiorno low cost. Decidere cosa visitare a Roma …

Ostelli Roma
noidiroma.com

]]>
Ostelli Roma
noidiroma.com

Informazioni e consigli utili per prenotare un ostello a Roma

Sei alla ricerca di consigli per scegliere gli ostelli a Roma più adatti per te?
Sei nel posto giusto: in questa guida ti spiegheremo come prenotare un posto negli ostelli più economici della città e assicurarti un soggiorno low cost.

Decidere cosa visitare a Roma è il primo passo prima di prenotare il tuo viaggio. Una volta scelto il tuo itinerario, però, una domanda incombe: come fare per alloggiare in un posto economico, magari per pochi giorni?

L’ostello è la soluzione ideale se ti stai chiedendo dove dormire a Roma a prezzi più che ragionevoli. Se sei uno studente, l’ostello è perfetto per condividere le camere con ragazzi giovani, pagando una quota per il soggiorno.

I prezzi delle camere sono generalmente molto bassi, sia che l’ostello si trovi a Roma centro, sai che si trovi in periferia. Per trovare le offerte migliori, puoi prenotare con largo anticipo e fare attenzione al periodo dell’anno del tuo viaggio.

Se hai già un’idea precisa su dove andare a Roma, non ti resta che pensare al tuo alloggio: ecco quello che devi sapere per trovare un posto negli ostelli a Roma e goderti la tua vacanza.


Booking.com

In un ostello a Roma quali servizi posso scegliere?

Negli ostelli di Roma puoi trovare una vasta gamma di servizi, fondamentali per vivere un soggiorno confortevole in città.
Questi servizi sono:

  • Connessione wifi gratuita: per avere libero accesso al web
  • Camera singola: perfetta se viaggi da solo
  • Camera matrimoniale: ideale se condividi il tuo viaggio con qualcuno
  • Letto singolo in dormitorio: se hai poco budget e desideri solamente un appoggio per la notte
  • Bagno privato in camera: per non rinunciare alle tue comodità
  • Bagno condiviso: da dividere insieme ad altri ospiti dell’ostello
  • Reception 24h: ideale per chiedere informazioni e avere un punto di riferimento no-stop
  • Orario check-in: utile per capire quando è possibile accedere alla tua stanza
  • Orario check-out: fondamentale per conoscere il limite orario massimo del tuo soggiorno

In un ostello a Roma di quali servizi extra posso usufruire?

In ogni ostello della Capitale possono esserci diversi servizi accessori, utili per facilitare ancora di più la tua vacanza.
Questi possono essere, ad esempio:

  • Deposito bagagli: per lasciare al sicuro le tue valigie
  • Cucina condivisa: per non rinunciare alle tue ricette preferite

In quale modo posso prenotare un ostello a Roma?

Per prenotare un ostello a Roma puoi scegliere diversi sistemi, adatti per qualunque esigenza.
Puoi optare per:

  • Pagamento Anticipato rimborsabile: puoi pagare con bonifico o carta di credito e hai diritto ad un risarcimento in caso di disdetta
  • Pagamento Anticipato non rimborsabile: puoi saldare il conto in anticipo con bonifico o carta di credito, ma non hai diritto ad un rimborso in caso di disdetta
  • Prenotazione senza carta di credito: per prenotare la tua stanza senza l’ausilio di una carta in garanzia
  • Pagamento in loco: per effettuare il saldo direttamente in struttura

In un ostello a Roma quale formula di pasto posso scegliere?

Negli ostelli puoi trovare diverse formule di pasto, così da venire incontro a tutte le necessità.
Nello specifico, puoi scegliere tra:

  • Prima colazione: per iniziare la giornata con un pasto abbondante
  • Cucina condivisa: per cucinare le tue ricette preferite anche in vacanza

In quali zone di Roma posso prenotare un ostello?

Roma è ricca di ostelli: da nord a sud, dal centro alla periferia, puoi trovare alloggio nella parte della città che più ti piace.
Puoi optare per:

  • Roma nord: Parioli, Flaminio, Nomentano, Montesacro, Tor di Quinto
  • Roma sud: Eur, Ostiense, Portuense, Ardeatino
  • Roma est: Tuscolano, Appio, Don Bosco, Appio Claudio
  • Roma ovest: San Pietro, Gianicolense, Aurelio, Trionfale
  • Roma centro: Rione monti, Trastevere, Colosseo, Campo Marzio

Perché scegliere un ostello per alloggiare a Roma?

L’ostello è la soluzione perfetta per te se disponi di un budget limitato per la tua vacanza e hai un forte senso dell’avventura. Negli ostelli i prezzi sono bassi e il clima è informale, grazie alla presenza di molti giovani con cui fare amicizia.

Ideale per te se ami i contesti familiari e vuoi viverti una vacanza risparmiando sui costi del soggiorno.

Perché l’ostello è l’alloggio più adatto per spendere poco?

Negli ostelli puoi trovare diverse soluzioni di alloggio, adatti per tutte le tasche. Se vuoi spendere poco, puoi prenotare un posto letto in una camerata, abbattendo così gran parte dei costi.

Quali informazioni devo inserire per prenotare un ostello a Roma utilizzando il vostro modulo di prenotazione?

5 consigli per scegliere il giusto ostello a Roma

Ora che abbiamo visto le caratteristiche degli ostelli romani, chiudiamo la nostra guida con 5 consigli per scegliere quello giusto per te:

  • La compagnia: viaggi da solo o in compagnia? Se viaggi da solo, puoi scegliere di prenotare solo un posto letto e, se sei in compagnia, puoi optare per una stanza
  • Il Budget da spendere: se hai poco budget, opta per un letto singolo così da abbattere le spese
  • Tipologia di viaggio: vacanza o studio? A seconda del tipo di viaggio, scegli l’ostello di Roma con i benefit di cui hai bisogno
  • Mezzi di trasporto: se ti sposti con i mezzi pubblici, assicurati di prenotare un ostello situato nei pressi di una stazione metro
  • La zona: se vuoi vivere in tran tran quotidiano, le zone centrali sono l’ideale. Al contrario, se ami la quiete, la periferia è la scelta più giusta.

La guida più completa a tua disposizione per prenotare l’hotel più adatto a te

Adesso sai proprio tutto sugli ostelli di Roma: prenota il tuo posto il prima possibile per garantirti il miglior prezzo e goditi il tuo viaggio tra le arterie della Città Eterna.

Ostelli Roma
noidiroma.com

]]>