Home > Cosa mangiare a Roma > Ricette Romane > Bruschetta alla romana e l’antipasto è servito
bruschetta alla romana

Bruschetta alla romana e l’antipasto è servito

“Ar tempo che la gente popolana
bruscava ancora er pane sur carbone,
a Roma lo chiamaveno “Cappone”,
come “fettunta” dicheno in Toscana.
‘Na fetta de pagnotta paesana
cp’ sale ajo e ojo, a colazione
fa bene: l’ajo è contro l’infezione,
l’ojo, pe’ chi va duro, è un toccasana.
se magni solo te la pòi aggustà
a la burina, senza che te tocca
stà a bocca chiusa pe’ smorzà er crà-crà.
Carica d’ajo, è inutile a discute
certo nun spunteranno fiori in bocca
ma l’alito profuma de salute.”

(Aldo Fabrizi)

Si rileggono con piacere questi versi di Aldo Fabrizi, ma scopriamo insieme la ricetta di oggi. La bruschetta alla Romana, di origine laziale e/o abruzzese che dir si voglia, deriva da bruscare, abbrustolire: la fase di cottura che le dà la tipica connotazione.

La ricetta

Il fuoco non deve essere nè troppo forte nè debole, la brace di carbone farà la differenza. Pane, meglio se casereccio, tagliato a fette; basta incidere la mollica con un coltello ben affilato e si lascia dorare stando attenti a non bruciarle troppo.
A fine cottura, disporle in un piatto, sfregarle con uno spicchio di aglio, mettere sale e pepe e, per ultimo, insaporire abbondantemente con dell’ottimo olio. Il tocco in più: ricoprirle con pomodori maturi e finocchietto selvatico sminuzzato.

Ebook Luoghi Segreti Roma

Leggi anche

coda alla vaccinara

Ricetta Coda alla Vaccinara

La coda alla vaccinara è un po’ il simbolo della cucina romana nel mondo, è …

Scopri subito la Guida sui Luoghi Segreti di Roma Clicca qui!
Hello. Add your message here.